Chiudi

la Biennale di Venezia
Visual Top Arte (new)

Arte

L’arte oggi: tra globalizzazione e nazioni, stanzialità e nomadismo

Sabato 19 novembre 2011 – Teatro alle Tese, Arsenale, ore 15
L'arte oggi: tra globalizzazione e nazioni, stanzialità e nomadismo
Relatori: Nicolas Bourriaud, Marta Kuzma e Gianfranco Maraniello
 
Nicolas Bourriaud (Francia, 1965) è curatore e critico d’arte. Ha co-diretto dal 2000 al 2006 il Palais de Tokio a Parigi e curato la Tate Triennial 2009 a Londra.
Marta Kuzma (USA, 1964) è una curatrice e studiosa d’arte contemporanea, dirige dal 2005 l’OCA – Office for Contemporary Art Norway a Oslo, Norvegia.
Gianfranco Maraniello (1971) è curatore e critico d'arte. Direttore del MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, ha curato numerose mostre, in particolare al Palazzo delle Papesse di Siena e al MACRO di Roma. Ha scritto regolarmente per varie riviste fra le quali Flash Art dal 1993 al 2001 e BT (Japan) dal 2000 al 2003.
 
Bice Curiger, “ILLUMInazioni”, testo del catalogo della Biennale Arte 2011, Marsilio Editori
“Oggi la Biennale di Venezia è il luogo del mondo dove si incontrano sia le cerchie degli artisti sedentari che quelle degli artisti migranti. La Biennale assume la funzione di un teatro dove occorre negoziare che cosa dovranno essere in futuro la cultura e l’arte in un mondo globalizzato, quali valori meriteranno di essere difesi e da quali bisognerà prendere le distanze. La cultura non è un elemento statico: per questo oggi sono urgenti e indispensabili alcuni chiarimenti prima che l’arte e la cultura si coagulino in una poltiglia uniforme”.
 
Nicolas Bourriaud, Radicant : pour une esthétique de la globalisation, Denoël 2009
“La versione multiculturale della diversità culturale deve essere messa in discussione, non a favore di un ‘universalismo’ di principio o di un nuovo esperanto moderno, bensì nel quadro di una nuova prospettiva moderna che faccia riferimento alla traduzione generale, alla forma del vagabondaggio, a un’etica della precarietà e a una visione eterocrona della storia”.