la Biennale di Venezia
Main Visual sez Asac (NEW)

Archivio Storico


Partiture

Costituisce una preziosa raccolta che risale ai primi anni Trenta. Rappresenta un insieme unico per formazione e caratteristiche: si tratta infatti di partiture e spartiti relativi a opere eseguite nel corso delle diverse edizioni del Festival Internazionale di Musica Contemporanea, in particolare di opere commissionate dalla Biennale di Venezia. La collezione si è incrementata nel tempo grazie anche agli acquisti e alle donazioni di musicisti e compositori contemporanei. Include, tra le altre, opere di Nono, Donatoni, Togni, Ferneyhough, Maderna.

Consistenza
La collezione si compone di circa 4.000 unità, tutte inventariate; comprende composizioni originali manoscritte e a stampa, stesure autografe ed esemplari unici.

Collocazione
La Collezione ha sede presso Ca’ Corner della Regina in attesa di essere trasferita presso i depositi attrezzati di Cygnus, a Marghera. Le partiture ‘grande formato’ sono conservate in apposite cassettiere suddivise in ordine alfabetico per compositore. Le altre sono riposte in armadi con anta a vetrina e seguono un ordine di collocazione alfabetico.

Strumenti di consultazione
La collezione dispone di:
• catalogo cartaceo a schede per compositore
• catalogo cartaceo a schede per organico strumentale e strumento solista

Le segnature (MO) seguite dal segno asterisco (*) indicano partiture e spartiti rari.
Le segnature (MO) seguite dai segni asterisco più (* +) indicano partiture e spartiti rari di grande formato.