la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema


70. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica

Direttore: Alberto Barbera

28 agosto > 7 settembre 2013

Biennale College - Cinema

MEMPHIS - TIM SUTTON
Tutte le sezioni »
 
Sinossi
Una stella nascente precipita nella follia nel tentativo di salvare la propria anima tormentata. Uno strano cantante dal “talento divino” si aggira per Memphis, la sua città d’adozione, sotto la volta delle sue querce secolari, tra le sue finestre in frantumi e la sua bruciante spiritualità. Circondato da belle donne, musicisti leggendari, un truffatore dal cuore di pietra, un onesto predicatore e un branco di ragazzini, l’artista tenero ma instabile evita lo studio di registrazione ed è spinto a trascorrere il tempo in un percorso alla scoperta di sé. Questo viaggio lo trascina rapidamente dall’amore e dalla felicità sull’orlo di un’altra dimensione.
Con la colonna sonora e la partecipazione esplosiva del singolare artista, comico e mago Willis Earl Beal, Memphis è un film intriso di folclore, musica, autenticità, surrealismo e della ricerca della gloria tra le astratte armonie della vita in una città mitica.
31 agosto 14:30 - Sala Perla 4 settembre 20:00 - Sala Perla 2 7 settembre 14:00 - Sala Casinò BIENNALE COLLEGE - CINEMA Memphis di Tim Sutton - Usa, 84'
v.o. inglese - s/t italiano
Willis Earl Beal
 
Commento del regista
A Memphis circola la leggenda di un cantante dotato e maledetto chiamato O.V. Wright, che cadde in disgrazia e fu sepolto in una tomba senza nome. Sono venuto a conoscenza di questo mito all’incirca nello stesso periodo in cui mi portarono alla Peace Baptist Church e assistetti a una spiritualità profonda e antica come le querce che costeggiano tutte le strade della città. Credendo fermamente nelle storie di fantasmi ed essendo specializzato in studi africani, ho avuto l’impulso di raccontare una storia popolare, e c’era un unico luogo che avevo in mente. Il nostro film riprende il declino di un cantante tormentato che si aggira nel paesaggio urbano cercando di salvarsi l’anima. Ci siamo circondati di veri abitanti di Memphis e abbiamo girato un film che si spera proietti l’immagine di un mondo fresco e splendido, vecchio come la terra eppure assolutamente nuovo e che meritava il titolo di Memphis.