la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema


Opera Prima

Haifaa Al Mansour (Arabia Saudita)  Presidente
È la prima regista donna dell’Arabia Saudita ed è considerata una delle figure più significative del cinema saudita. Il suo lungometraggio d’esordio, Wadjda (La bicicletta verde), primo film girato nel Regno, è stato presentato in anteprima al Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel 2012 dove ha ottenuto grande consenso critico, e ancora adesso continua ad attirare l’entusiasmo del pubblico e numerosi premi internazionali. Al Mansour ha studiato letteratura comparata all’American University del Cairo e ha poi completato la sua formazione con un master in Cinema presso la University of Sydney. Il successo dei suoi cortometraggi e il suo rivoluzionario documentario Women Without Shadows (2005) hanno ispirato una nuova generazione di registi sauditi, e sono riusciti a portare sulle prime pagine dei giornali la questione dell’apertura di cinema in Arabia Saudita. In patria il suo lavoro è apprezzato e criticato perché incoraggia il dialogo su argomenti tabù e perché penetra il muro del silenzio che circonda le vite segregate delle donne saudite. Il successo internazionale di Wadjda ha spinto “Variety” a inserire Al Mansour fra i “dieci registi da tenere d’occhio” nel 2013 e ha suscitato nuovo entusiasmo e attenzione per i film della regione araba.

Amat Escalante (Messico)
Nato nel 1979, Amat Escalante è un regista autodidatta della città messicana di Guanajuato. Ha cominciato a lavorare nel cinema quando aveva quindici anni. Dopo aver realizzato due cortometraggi, ha scritto e diretto Sangre, il suo primo lungometraggio. Sangre è stato presentato nella selezione ufficiale della sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes del 2005, dove è stato insignito del premio Fipresci, selezionato dai critici cinematografici internazionali. Nel 2008 anche il suo secondo lungometraggio, Los bastardos, è stato presentato in anteprima a Cannes nella selezione ufficiale di Un Certain Regard, per poi ricevere numerosi riconoscimenti nell’ambito di altri prestigiosi festival internazionali. Heli, il terzo lungometraggio di Escalante, è stato incluso nel concorso ufficiale al Festival di Cannes del 2013, dove ha ricevuto il premio per la miglior regia.

Alexej German Jr. (Russia)
Nato a Mosca nel 1976, si è poi trasferito a San Pietroburgo, dove ha terminato la scuola e si è iscritto alla facoltà di storia del teatro presso l’Accademia statale d’arte drammatica di San Pietroburgo. Durante il terzo anno di studi German Jr. ha lasciato l’Accademia per passare all’Università statale pan-russa di cinematografia (Vgik) di Mosca, sede di insegnamento di celebri registi russi quali Sergej Solovëv e Valerij Rubincik. German Jr. ha girato tre cortometraggi: Znamya nel 1998, Bolshoje osenneje pole nel 1999 e Durachki nel 2001, aggiudicandosi diversi riconoscimenti in festival del cinema russi e internazionali. German Jr. ha debuttato nel campo del lungometraggio con il film Posledniy poezd, che è stato presentato a Venezia nel 2003 e ha ricevuto una menzione speciale della giuria “Leone del futuro”. La pellicola è stata insignita dell’Alessandro d’oro per il miglior film al festival di Salonicco e del premio Fipresci, e ha ricevuto il premio dell’organizzazione Amnesty International all’International Film Festival di Rotterdam. L’Accademia russa delle arti cinematografiche Nika ha definito German Jr. “Scoperta dell’anno”. Garpastum, il suo secondo film, ha partecipato al concorso ufficiale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2005. Nel 2008 il suo terzo lungometraggio Bumazhnyy soldat ha debuttato a Venezia ed è stato insignito del Leone d’Argento per la miglior regia e dell’Osella per la migliore fotografia.

Geoffrey Gilmore (Usa)
Ha iniziato a collaborare con la Tribeca Enterprises nel 2009 in qualità di direttore della creatività e si occupa della strategia globale dei contenuti oltre a dirigere le iniziative di sviluppo creativo e l’espansione del marchio. Gilmore ha contribuito allo sviluppo della Tribeca Film, la piattaforma di distribuzione della Tribeca, e soprintende all’organizzazione del Tribeca Film Festival, oltre a far parte del consiglio di amministrazione della Tribeca Enterprises. Alla Tribeca è arrivato dal Sundance Institute, dove rivestiva il ruolo di direttore del Sundance Film Festival. Qui Gilmore si è occupato della selezione delle opere e della direzione generale della programmazione dal 1990 al 2009. Inoltre, Gilmore è stato consulente di Sundance Channel e anche dei Sundance Cinemas. Per diciotto anni ha diretto l’annuale Conferenza dei produttori indipendenti del Sundance Institute, con cui ha collaborato anche per l’organizzazione di numerosi progetti e convegni nazionali e internazionali. Per quattordici anni Gilmore ha diretto la programmazione dell’Archivio cinematografico e televisivo della Ucla, dove è stato anche titolare di un corso di produzione indipendente presso il Dipartimento di cinema e televisione; inoltre, ha tenuto seminari a Parigi, in Germania, in Giappone e in Cina. Gilmore ha fatto parte del comitato direttivo dell’Independent Feature Project/West e del comitato consultivo della Scuola di teatro, cinema e televisione della Ucla e ha rivestito funzioni nel Council for the National Endowment for the Arts, nel California Arts Council, presso la Rockefeller Foundation e in altri comitati e organizzazioni. Laureatosi presso la University of Pennsylvania, ha conseguito il dottorato alla Ucla.

Ariane Labed (Francia/Grecia)
È un’attrice di nazionalità francese nata ad Atene. Trascorre l’infanzia in Grecia e in Germania, dove inizia a praticare intensamente la danza classica. Giunge in Francia negli anni dell’adolescenza e rivolge allora il suo interesse al mondo del teatro, segue infatti studi teatrali presso l’Università di Provence Aix-Marseille. Con il regista greco Argyro Chioti e l’attrice messicana Naima Carbajal crea, in quel periodo, la compagnia di teatro Vasistas, con cui va in scena soprattutto al teatro nazionale di Atene. Ed è proprio ad Atene che incontra la regista Athina Rachel Tsangari, la quale le offre il suo primo ruolo cinematografico nel film Attenberg. Per questa esperienza sul grande schermo Labed riceve la Coppa Volpi alla 67. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e altri premi in vari festival per la migliore interpretazione. Da allora continua a collaborare con la compagnia Vasistas e con Athina Rachel Tsangari (The Capsule), ma lavora anche con Yorgos Lanthimos (Alps), Guy Maddin (Spiritismes), Fabienne Godet (Une place sur la terre), Richard Linklater (Before Midnight) e Jasmila Zbanic.

Maria Sole Tognazzi (Italia)
Inizia la sua attività cinematografica in qualità di assistente e poi di aiuto regista. Parallelamente inizia a girare come regista alcuni back-stages e videoclip (per Sergio Cammariere, Carmen Consoli, Neffa e Paola Turci). È assistente alla regia e aiuto alla regia in diverse opere cinematografiche per circa dieci anni. Con C’ero anch’io (1999) vince un Globo d’Oro come miglior cortometraggio. Il suo primo lungometraggio Passato prossimo (2002) viene candidato ai David di Donatello e premiato con un Nastro d’Argento e un Globo d’Oro come miglior regista esordiente. Con L’uomo che ama (2008), interpretato da Pierfrancesco Favino, Monica Bellucci e Ksenia Rappoport, apre nel 2008 la Festa del Cinema di Roma. Ritratto di mio padre (2010), con cui ha pre-inaugurato la Festa del Cinema di Roma nel 2010, è stato candidato al David di Donatello e ha vinto un Nastro d’Argento nella sezione documentari cinema. Il suo ultimo film Viaggio sola (2013) con Margherita Buy e Stefano Accorsi è uscito nel 2013 ed è stato scritto insieme a Ivan Cotroneo e Francesca Marciano, prodotto da Bianca Film e distribuito da Teodora Film. Candidato a cinque David di Donatello e a sei Nastri d’Argento, vince il David di Donatello e il Ciak d’Oro 2013 per la migliore attrice protagonista (Margherita Buy) e il Nastro d’Argento 2013 per il miglior film commedia.
71. Mostra
Tutte le informazioni sull'edizione 2014, dal 27 agosto al 6 settembre
Biennale College - Cinema
I 3 lungometraggi dell’edizione 2013/2014 presentati alla 71. Mostra
Lido in Mostra
Servizi e agevolazioni per il pubblico, i giovani e gli accreditati