la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema

Anche il Cinema fra i settori della Biennale impegnati nella sezione Monditalia

< Indietro
82 film (in realtà, frammenti di film) disposti lungo il percorso delle Corderie
02 | 06 | 2014

Monditalia alle Corderie dell’Arsenale

“Mai come quest’anno tutta la Biennale è nella Biennale”, ha dichiarato il Presidente Paolo Baratta presentando la 14. Mostra Internazionale di Architettura diretta da Rem Koolhaas (Venezia, Giardini e Arsenale, 7 giugno – 23 novembre 2014).
 
La sezione della Mostra intitolata Monditalia, alle Corderie dell’Arsenale, impegna infatti tutti i settori della Biennale: Danza, Musica, Teatro e Cinema. Si tratta di “attività – ha precisato il Presidente Baratta – non semplicemente affiancate e giustapposte alla Mostra di Architettura, ma integrate nella Mostra di Architettura. Qui Danza, Musica, Teatro e Cinema sono infatti chiamati a rappresentare elementi essenziali della vita delle realtà storiche e degli spazi complessi in cui può essere pensata e immaginata l’architettura. In Monditalia – ha dichiarato Baratta - alcuni aspetti della realtà del paese Italia vengono rappresentati con ricerche ad hoc. La complessità di questa, come di altre realtà del mondo, non solo non deve essere negata, ma è elemento di riferimento e fonte ispiratrice anche per l’architettura”.
 
“Il cinema entra a pieno titolo nel progetto Monditalia della Biennale Architettura 2014 – ha dichiarato il Direttore del Settore Cinema, Alberto Barbera – come una sorta di filo rosso che, con il concorso di 82 film (in realtà, frammenti di film) disposti lungo il percorso dell’esposizione, offre al visitatore un mosaico di suggestioni a partire dalle quali riannodare una delle possibili narrazioni di questa suggestiva proposta”.
 
Sequenze tratte da capolavori, ma anche da titoli poco noti del cinema italiano e internazionale (in tutto da 82 film), saranno proiettate su altrettanti schermi lungo le Corderie dell’Arsenale. Sono stati scelti 2 film per ognuno dei 41 casi di studio italiani sviluppati da architetti, fotografi, accademici, studiosi per Monditalia.
 
 “L’Italia e la sua storia – ha precisato Barbera – si ritrovano in queste schegge che, in virtù del realismo ontologico dell’immagine cinematografica, restituiscono con un’evidenza straordinaria la testimonianza visiva della complessa evoluzione di strutture urbane e spazi naturali, scenografie sociali e industriali, prospettive economiche e politiche, aspirazioni individuali e collettive di un popolo e di un paese, assunto da Rem Koolhaas come modello di confronto e di riferimento per una profonda e irrituale riflessione sulla natura e gli sviluppi dell’arte architettonica”.
 
A partire dal 20 giugno, per cinque venerdì (20 e 27 giugno, 4, 11, 18 luglio), dalle ore 18.00 alle ore 20.00, le Corderie dellArsenale ospiteranno anche proiezioni integrali di alcuni film scelti per Monditalia.
 
 
Località, casi di studio, film
 
Bengasi
Italian Ghosts
Daar
Lo specchio di Diana
1996, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi
 
Il leone del deserto
(Lion Of The Desert)
1981 Moustapha Akkad
Mediterraneo
Post-Frontier
Giacomo Cantoni, Pietro Pagliaro
Respiro
2002 Emanuele Crialese
 
Stromboli
1950 Roberto Rossellini
Lampedusa
Intermundia
Ana Dana Beroš
Lamerica
1994 Gianni Amelio
 
Lettere dal Sahara
2006 Vittorio De Seta
Siracusa
Theaters Of Democracy
XML
Antigone
1992 Jean Marie Straub
e Danièle Huillet
 
L’avventura
1960 Michelangelo Antonioni
Gioia Tauro
The Third Island Ag ’64 ’94 ’14
Antonio Ottomanelli
Sicilia!
1999 Jean-Marie Straub
e Danièle Huillet
 
Lo zio di Brooklyn
1995 Daniele Ciprì
e Franco Maresco
Capri
The Architecture Of Hedonism – Three Villas On The Island Of Capri
Martino Stierli
Il disprezzo (Le mépris)
1963 Jean-Luc Godard
Nostra Signora dei Turchi
1968 Carmelo Bene
Pompei
Legible Pompeii
Lucia Allais, Mos
Viaggio in Italia
1954 Roberto Rossellini
 
Le occasioni di Rosa
1981 Salvatore Piscicelli
Pompei
Pompeii, The Secret Museum And The
Sexopolitical Foundations Of The Modern European Metropolis
Beatriz Preciado
Lucky Luciano
1973 Francesco Rosi
 
Il disprezzo (Le mépris)
1963 Jean-Luc Godard
Costa Paradiso
Antonioni’s Villa
Will Mclean con un saggio di Niklas Maak
Banditi a Orgosolo
1961 Vittorio De Seta
Padre padrone
1977 Paolo e Vittorio Taviani
La Maddalena
La Maddalena
Ila Bêka & Louise Lemoine
e un’intervista con Stefano Boeri
Chiedo asilo
1979 Marco Ferreri
Il deserto rosso
1964 Michelangelo Antonioni
Roma
Cinecittà occupata
Ignacio G. Galán
Bellissima
1951 Luchino Visconti
Un été brûlant
2011 Philippe Garrel
Roma
99 Dom-ino
Space Caviar
L’onorevole Angelina
1947 Luigi Zampa
Il tetto
1956 Vittorio De Sica
Roma
A Minor History Within The Memories Of A National Heritage
Stefano Graziani
La terra vista dalla luna
1967, Pier Paolo Pasolini
La decima vittima
1965, Elio Petri
Roma
All Roads Lead To Rome.
Yes, But Where Exactly?
Teresa Cos
Nostalghia
1983 Andrej Tarkovskij
Roma
1972 Federico Fellini
Roma
Rome–San Giacomo Hospital The Ghost Block Of Giambattista Nolli
Startt
Dov’è la libertà
1954 Roberto Rossellini
Caro diario
1993 Nanni Moretti
L’Aquila
L’Aquila’s Post-Quake
Landscapes (2009–2014)
Andrea Sarti, Claudia Faraone
Il Vangelo secondo Matteo
1964 Pier Paolo Pasolini
Non si sevizia un paperino
1972 Lucio Fulci
Assisi
Assisi Laboratory
Amo, Giampiero Mariottini, Marco
Sammicheli
Paesaggio nella nebbia
(Topio stin omichli)
1988 Theo Angelopoulos
Assisi Underground
1984 Alexander Ramati
Siena
The Room Of Peace (Siena)
Bas Princen
Io ballo da sola
1996 Bernardo Bertolucci
Il Cristo proibito
1951 Curzio Malaparte
Firenze
Superstudio. The Secret Life Of The Continuous Monument
Gabriele Mastrigli
Paisà
1946 Roberto Rossellini
La sindrome di Stendhal
1996 Dario Argento
Firenze
Space Electronic: Then And Now
Catharine Rossi
Souvenir d’Italie
1957 Antonio Pietrangeli
Sapore di mare
1983 Carlo Vanzina
Firenze
Ground Floor Crisis
Matteo Ghidoni
Amici miei
1975 Mario Monicelli
La viaccia
1961 Mauro Bolognini
Firenze
Biblioteca Laurenziana
Amo, Charlie Koolhaas, Rem Koolhaas,
Manuel Orazi
L’età di Cosimo
1973 Roberto Rossellini
 
Non ci resta che piangere
1984 Massimo Troisi e Roberto
Benigni
Pescia
The Remnants Of The Miracle
Luka Skansi
Una vita difficile
1961 Dino Risi
8 ½
1963 Federico Fellini
Riccione
Nightswimming: Discotheques In Italy From The 1960s Until Now
Giovanna Silva
La prima notte di quiete
1972 Valerio Zurlini
Sabato italiano
1992 Luciano Manuzzi
Milano Marittima
Dancing Around Ghosts – Milano Marittima’s Panem et Circenses
De Gayardon Bureau
L’ombrellone
1965 Dino Risi
Non pensarci
2007 Gianni Zanasi
Bologna
Urbs Oblivionalis. Urban Spaces And Terrorism In Italy
Elena Pirazzoli, Roberto Zancan
Paz!
2002 Renato De Maria
La Cina è vicina
1967 Marco Bellocchio
Reggio Emilia
The Landscape Has No Rear
Nicola Russi
La bella di Lodi
1963 Mario Missiroli
Il deserto rosso
1964 Michelangelo Antonioni
Tortona
Tortona Stories
Brendan Cormier, Fabrizio Gallanti
Il pianeta azzurro
1982 Franco Piavoli
Il grido
1957 Michelangelo Antonioni
Fiorenzuola
Countryside Worship
Matilde Cassani
Don Camillo
1952 Julien Duvivier
Novecento
1976 Bernardo Bertolucci
Castel San Giovanni
Architecture Of Fulfilment:
A Night With A Logistic Worker
Behemoth
La polizia incrimina, la legge assolve
1973 Enzo G. Castellari
Achtung! Banditi!
1951 Carlo Lizzani
Torino
La fine del mondo
Marco Fusinato, Felicity D. Scott, Mark Wasiuta
Riso amaro
1949 Giuseppe De Santis
Profondo rosso
1975 Dario Argento
Torino
The Business Of People
Ramak Fazel
Un colpo all’italiana
(The Italian Job)
1969 Peter Collinson
Mimì metallurgico ferito nell’onore
1972 Lina Wertmüller
Venezia
152 Mediterranea
L’Auc, Cédric Libert, Thomas Raynaud
Lunedì mattina (Lundi matin)
2002 Otar Iosseliani
In girum imus nocte et consumimur igni
1978 Guy Debord
Venezia
Effimero: Or The Postmodern Italian Condition
Léa-Catherine Szacka
Don Giovanni
1979 Joseph Losey
Le vacanze intelligenti
1978 Alberto Sordi
Milano
Immediate Surroundings. Residences Of Italian Mafia Organizations
Tommaso Bonaventura, Alessandro Imbriaco,
Fabio Severo
Il posto
1961 Ermanno Olmi
Delitto d’amore
1974 Luigi Comencini
Milano
Radical Pedagogies:
Action-Reaction-Interaction
Beatriz Colomina, Britt Eversole, Ignacio G. Galán, Evangelos Kotsioris, Anna-Maria
Meister, Federica Vannucchi
Gli uomini che mascalzoni
1932 Mario Camerini
Miracolo a Milano
1951 Vittorio De Sica
Milano
Sales Oddity. Milano 2 And The Politics Of
Direct-To-Home Tv Urbanism
José Esparza
Chong Cuy, Andrés Jaque/Office For Political
Innovation
Milano calibro 9
1972 Fernando Di Leo
Eccezzziunale... veramente
1982 Carlo Vanzina
Zingonia
Z! Zingonia, Mon Amour
Argot ou la Maison Mobile, Marco Biraghi
Romanzo popolare
1974 Mario Monicelli
I fidanzati
1963 Ermanno Olmi
Bergamo
Designing The Sacred
Marco Sammicheli, Andrea Dall’asta,
Giuliano Zanchi
Rocco e i suoi fratelli
1960 Luchino Visconti
L’albero degli zoccoli
1978 Ermanno Olmi
Similaun
Italian Limes
Folder
Bianco Rosso e Verdone
1981 Carlo Verdone
La naissance de l‘amour
1993 Philippe Garrel
Alpi
Alps
Armin Linke
Inferno
1911 Giuseppe Berardi
e Arturo Busnengo
Su tutte le vette è pace
1999 Yervant Gianikian
e Angela Ricci Lucchi