la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema


Specifiche e requisiti tecnici per la presentazione dei DCP (Digital Cinema Packages) da proiettare alla 73. Mostra

 
Apparati della 73. Mostra: tutti i sistemi di proiezione utilizzati alla 73. Mostra sono conformi agli Standard SMPTE e rientrano nella lista apparati certificati DCI CTP Compliant Test Plan.

DCP: la Mostra chiede di fornire entro il 19 agosto 2016 due copie DCP identiche per ogni film, ciascuna su un CRU data port Hard Disk Drive (HDD). Ogni HDD deve contenere solo ed esclusivamente il DCP del film. L’Assetmap del DCP deve includere solo la CPL richiesta per le proiezioni in sala durante la 73. Mostra.
Ogni singolo DCP inviato alla 73. Mostra deve essere conforme allo standard “SMPTE-DCP” in vigore o alle specifiche “Interop-DCP”. Non è ammessa la presenza di formati misti, SMPTE-DCP e Interop-DCP, all’interno dello stesso DCP. La denominazione del file del DCP deve rispettare l’attuale Digital Cinema Naming Convention. Solo nel caso di loghi, trailers o simili è possibile accettare Flash Memory USB oppure concordare il servizio di trasferimento FTP.

Soundtracks: formati sonori ammessi sono 5.1 e 7.1 Channel-Based. Formati “Object-Audio”, dovranno essere preventivamente autorizzati dal Direttore della 73. Mostra.

Supporti & interfaccia: tutti i DCP devono essere fatti pervenire su supporto HDD (Hard Disk Drive) professionale CRU 3.5” completo di alimentatore esterno (220V) e di tutti i cavi di connessione. Gli HDD devono anche supportare interfaccia dati eSATA 6G e/o USB2/USB3. Il File System deve essere EXT3 Linux o EXT2 Linux. Ogni CRU HDD deve essere inviato in specifica valigetta di protezione e deve essere etichettato rispettando l’attuale Digital Cinema Naming Convention.

Scheda Tecnica DCP: nella valigetta di protezione utilizzata per inviare il CRU HDD deve essere allegata la scheda tecnica (DCP Technical Form) fornita dalla 73. Mostra. La scheda deve essere compilata con precisione, sia dal punto di vista editoriale che tecnico, e verificata dalla società che presenta il film alla 73. Mostra.

QC&V (Quality Control & Verification): per ottenere la migliore qualità ed esperienza sonora e visiva nelle sale della 73. Mostra, si richiede che ogni DCP e relativo supporto HDD, prima di essere inviato, sia stato preventivamente verificato e convalidato dalla società che presenta il film alla 73. Mostra. Il QC&V deve comprendere la qualità e formato dell’immagine, la qualità e formato dell’audio, i sottotitoli on-screen e off-screen, l’interoperabilità e la corrispondenza agli standard SMPTE-DCP o alle specifiche Interop-DCP, l’integrità e compatibilità del CRU HDD, l’integrità dei files e degli asset, luminosità e spazio colore se 3D, ecc. Il risultato del QC&V deve essere riportato nel DCP Technical Form e incluso nella valigetta di protezione utilizzata per inviare il supporto alla 73. Mostra.

IC (Interoperability Control): su Ciascun DCP consegnato in tempo utile alla 73. Mostra si eseguirà una verifica di interoperabilità e rispondenza alle presenti specifiche tecniche. Questa verifica non sostituisce il QC&V ma serve a preparare il PCF (Project Configuration File) e quindi programmare il DCP per le proiezioni della 73. Mostra in modo corretto. Problematiche di DCP non rispondenti alle specifiche non possono essere risolti alla 73. Mostra.

Sottotitoli On-Screen: la 73. Mostra richiede che i sottotitoli on-screen siano impressi sull’immagine del film. Se saranno invece inclusi come embedded file XML nel DCP e/o come DCP Supplemental Package, sarà responsabilità dei presentatori che siano sincronizzati fotogramma per fotogramma per tutta la durata del film e posizionati nell’area attiva del formato immagine di proiezione. Il file XML deve rispettare lo standard SMPTE-DCP o le specifiche Interop-DCP.

Sottotitoli Off-Screen: appariranno su uno schermo separato, sotto lo schermo principale. Il file deve essere fornito su un media fisico separato ad esempio Optical Disk. I sottotitoli off-screen devono essere sincronizzati (Timed Text) con quelli on-screen e dunque avere lo stesso numero di frame rate. Entro il 19 agosto 2016 è richiesto l’invio di un DVD identico al 100% alla copia finale del film e la lista dei sottotitoli con timecode sia in italiano che in inglese. I sottotitoli off-screen non sono ammessi per il 3D stereoscopico.

KDM: se i DCP sono criptati, è necessario che le KDM siano valide a partire dal giorno dell’arrivo dei DCP alla 73. Mostra (non dopo il 19 agosto) fino al 11 settembre 2016. Le KDM dovranno essere valide per tutti I server/IMB/Media Block in uso alla 73. Mostra. La lista sarà disponibile su richiesta. Le KDM vanno inviate al Settore Cinema (digitalcinema@labiennale.org) e cc Angelo D’Alessio (angelo.dalessio@labiennale.org). Eventuali disponibilità di servizio di upload o download automatico delle KDM dovranno essere concordate con il Settore Cinema della 73. Mostra. In ogni caso non spedire KDMs in cartelle zip.
Nota: Se la validità delle KDM non corrisponderà a quanto richiesto sopra, la 73. Mostra non potrà effettuare l’IC e preparare il PCF. Quindi non sarà possibile programmare il DCP per le proiezioni della 73. Mostra.

Intervallo: se nella proiezione del DCP è necessario un intervallo (divisione del film in due o più parti), il DCP dovrà essere predisposto a questo scopo dal laboratorio che avrà preparato il DCP. La presenza di DCP con intervallo deve avere l’autorizzazione preventiva dal Direttore della 73. Mostra e deve essere chiaramente indicato nel DCP Technical Form e nelle CPL del DCP.