Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema STORIA

Cinema


70 Registi per Venezia 70

- ALEKSEI FEDORCHENKO
Tutte le sezioni »
 

Biografia
Regista e sceneggiatore, nasce nel 1966 nei pressi di Orenburg. Debutta come regista nel 2002 con l’intenso David, presentato e premiato a numerosi festival del cinema, tra i quali l’Anthropological Film Festival di Salekhard (secondo classificato) e i Festival di Stoccolma (Gran Premio), Lubljana (Gran Premio) e Varsavia (secondo classificato). Col suo primo lungometraggio, la docu-fiction Pervye na lune (2005), epopea fantastica sulla conquista sovietica della luna negli anni Trenta, partecipa alla 62. Mostra di Venezia, dove vince il premio Orizzonti come miglior documentario; il film è premiato in seguito anche ai Festival di Sochi e di Cottbus. Nel 2005 fonda la casa di produzione “29 febbraio”, con la quale produce il lungometraggio Železnaya doroga (2006) e i documentari Shosho (2007) e Veter Šuvgej (2008), in cui inizia la sua personale e insolita ricerca sulle diverse etnie dell’ex Unione Sovietica. Approfondisce l’argomento, stavolta scegliendo la strada del film di finzione, anche con Ovsyanki (Silent Souls, 2010), ispirato al romanzo di Denis Osokin e vincitore dell’Osella per la miglior fotografia alla 67. Mostra di Venezia: la trama racconta di un uomo che chiede al suo migliore amico di aiutarlo a dare l’estremo addio alla moglie morta secondo la tradizione della cultura Merya, un'antica tribù ugro-finnica del lago Nero, pittoresca regione della Russia centro-occidentale. Il suo ultimo film Nebesnye zheny lugovykh mari (Spose celestiali dei mari di pianura, 2012) è stato presentato al Festival Internazionale del Film di Roma e al Karlovy Vary Film Festival.
FILM PRESENTATI A VENEZIA:
2005 – Pervye na Lune (The First on the Moon) – Orizzonti (regia)
2010 – Ovsyanki (Silent Souls) – In concorso (regia)

PREMI:
2005 – Pervye na Lune (The First on the Moon) – Premio Orizzonti Doc
2010 – Ovsyanki (Silent Souls) – Osella per la migliore fotografia

PRESENZE IN GIURIA:
2006 – Giuria Corto Cortissimo
2011 – Premio “Luigi De Laurentiis” per un’opera prima


 



70 Registi per Venezia 70

72. Mostra
Tutte le informazioni sull'edizione 2015, dal 2 al 12 settembre
Biennale College - Cinema
I 3 lungometraggi dell’edizione 2014/2015 che verranno presentati alla 72. Mostra
Lido in Mostra
Servizi e agevolazioni per il pubblico, i giovani e gli accreditati