Chiudi

la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema STORIA

Cinema

70 Registi per Venezia 70

- SHIRIN NESHAT
Tutte le sezioni »
 

Biografia
Shirin Neshat, la più nota video artista e fotografa iraniana, debutta nella regia cinematografica nel 2009 con Donne senza uomini (Zanan bedoone mardan), premiato alla Mostra col Leone d’Argento per la miglior regia. I lavori di arti visive di Shirin Neshat, come il suo primo film, affrontano i temi delle motivazioni sociali e religiose che forgiano l’identità delle donne musulmane. Nel 1999 è stata premiata con il Leone d’oro alla 48. Biennale Arte di Venezia per le videoinstallazioni Turbulent e Rapture. In precedenza aveva ottenuto numerosi riconoscimenti per la serie Women of Allah, foto di donne i cui volti sono velati da fitte e ossessive trame calligrafiche. Le sue personali sono state esposte alla Tate Gallery di Londra, al Guggenheim Museum di New York, alla Serpentine Gallery di Londra, alla Kunsthalle di Vienna e al Museo d'Arte Contemporanea di Hiroshima. Una sua retrospettiva, con otto video installazioni e due serie di fotografie, si appena conclusa al Detroit Institute of Arts.
FILM PRESENTATI A VENEZIA:
2009 – Zanan bedoone mardan (Donne senza uomini) – Concorso (sceneggiatura, regia)

PREMI:
2009 – Leone d’Argento per la Migliore Regia – Zanan bedoone mardan (Donne senza uomini)

PRESENZE IN GIURIA:
2010 – Orizzonti (Presidente)

 



70 Registi per Venezia 70