Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema STORIA

Cinema


70 Registi per Venezia 70

- NICOLÁS PEREDA
Tutte le sezioni »
 

Biografia
Nicolás Pereda nasce nel 1982 a Città del Messico ma vive a Toronto. Dopo un master di regia cinematografica alla York University (Canada), debutta nel lungometraggio nel 2007 con Dónde están sus historias? e comincia subito ad esplorare i temi della quotidianità attraverso l’unione di storie di finzione e stile documentaristico. Seguono il corto Entrevista con le tierra (2008), i film Juntos e Perpetuum Mobile (2009), il documentario Todo, en fin, el silencio lo ocupaba (2010) e Verano de Goliat (2010), riflessione critica sul maschilismo e la famiglia in una cittadina rurale nel sud del Messico, che viene presentato a Venezia vincendo il Premio Orizzonti. I suoi ultimi lavori sono Los mejores temas (2012) e Matar extraños (2013), sulla rivoluzione messicana, che viene presentato al Festival di Berlino 2013 nella sezione Forum. Nicolás Pereda ha assistito alla sua prima retrospettiva, al Cine las Americas di Austin in Texas, a soli 27 anni. L’anno scorso il Toronto Film Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa.
FILM PRESENTATI A VENEZIA:
2010 – Verano de Goliat – Orizzonti (sceneggiatura, regia)

PREMI:
2010 – Verano de Goliat – Premio Orizzonti


 



70 Registi per Venezia 70

72. Mostra
Tutte le informazioni sull'edizione 2015, dal 2 al 12 settembre
Biennale College - Cinema
I 3 lungometraggi dell’edizione 2014/2015 che verranno presentati alla 72. Mostra
Lido in Mostra
Servizi e agevolazioni per il pubblico, i giovani e gli accreditati