la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema STORIA

Cinema


70 Registi per Venezia 70

- EDGAR REITZ
Tutte le sezioni »
 

Biografia
Nato nel 1932 a Morbach è uno degli esponenti di punta del Nuovo Cinema Tedesco. Dopo il diploma di maturità si trasferisce a Monaco di Baviera e comincia a lavorare nel cinema in vari ruoli, dallo sceneggiatore al montatore, dall’aiuto regista al direttore della fotografia. Nel 1962 è tra i registi firmatari, insieme a Herzog, Kluge, Fassbinder, von Trotta, del Manifesto di Oberhausen che denunciava la crisi del cinema tedesco e auspicava l’inizio di un nuovo corso, economico ed estetico, per la settima arte in Germania. Dopo aver diretto diversi cortometraggi, nel 1967 debutta nel film lungo con la storia d’amore Mahlzeiten, che alla Mostra di Venezia vince il Premio come Miglior Opera Prima. Due anni dopo torna a Venezia con Cardillac e successivamente gira diversi film in co-regia (come il collettivo Das Goldene Ding, 1971, presentato alla Mostra) e lungometraggi (come Geschichten vom Kübelkind, 1971, Die Reise nach Wien, 1973, e Il sarto di Ulma, 1978). Il successo internazionale arriva proprio a Venezia con la proiezione in anteprima del capolavoro di Reitz, l’opera monumentale Heimat (1984), serie per la televisione in undici episodi della durata complessiva di quasi 930 minuti che racconta una lunga saga famigliare intrecciata con la storia della Germania dal 1919 al 1982. Il progetto sulla storia recente della Germania proseguirà con I film, tutti presentati a Venezia, Die Zweite Heimat Chronik einer Jugend (Heimat 2. Cronaca di una giovinezza, 1992), ambientato tra il 1960 e il 1970, Heimat 3. Chronik einer Zeitenwende (Heimat 3. Cronaca di una svolta epocale, 2004), che racconta gli anni dal 1989 al 2000 e Heimat. Fragmente (2006), complemeto alla trilogia composto da scene tagliate e materiali inediti. Reitz tornerà a Venezia 70 fuori concorso con Die Andere Heimat. Chronik einer Sehnsucht (Home From Home. Chronicle of a Vision), ambientato nella Prussia di fine Ottocento.
FILM PRESENTATI A VENEZIA:
1966 – Abschied von Gestern (Anita G.) – In concorso (fotografia)
1967 – Mahlzeiten – In concorso (regia)
1969 – Cardillac – Film Invitati (regia)
1971 - Das Goldene Ding – 24. Mostra Internazionale del Film per Ragazzi (regia)
1984 – Heimat – Fuori concorso (regia, sceneggiatura)
1992 – Die Zweite Heimat Chronik einer Jugend (Heimat 2. Cronaca di una giovinezza) – Evento Speciale (regia)
2004 – Heimat 3. Chronik einer Zeitenwende (Heimat 3. Cronaca di una svolta epocale) - Venezia Orizzonti Proiezioni Speciali (regia)
2006 – Heimat. Fragmente – Orizzonti (regia, sceneggiatura)
2013 - Die Andere Heimat. Chronik einer Sehnsucht (Home from Home. Chronicle of a Vision) – Fuori concorso (regia)

PREMI:
1967 – Malhzeiten – Premio Opera Prima
1984 – Heimat – Premio Fipresci

PRESENZE IN GIURIA:
1968 – Giuria Internazionale Venezia 29
2005 – Giuria Venezia 62


 



70 Registi per Venezia 70