la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema STORIA

Cinema


70 Registi per Venezia 70

- PABLO TRAPERO
Tutte le sezioni »
 


Biografia
Pablo Trapero è nato a Buenos Aires nel 1971 e inizia la sua carriera internazionale nel 1999 realizzando il suo primo lungometraggio Mundo grúa, che è presentato a Venezia e che raccoglie riconoscimenti e il plauso della critica in festival di tutto il mondo. Il film, girato in bianco e nero e in 16mm, segna una svolta decisiva nella cinematografia argentina ed è uno stimolo ispiratore per giovani registi. Nel 2002, il secondo film di Trapero, El bonaerense, viene presentato per la prima volta al Festival di Cannes, dove ancora una volta critica e pubblico testimoniano il loro favore. A Buenos Aires, Trapero fonda Matanza Cine, la sua casa di produzione che, oltre ai suoi film, produce anche opere di altri registi. In veste di regista realizza anche Familia rodante (2004), che esordisce alla Mostra di Venezia, Nacido y criado (2006), presentato al Toronto Film Festival, Leonera (2008), in concorso al Festival di Cannes e Carancho (2010) proposto a Cannes nella sezione Un Certain Regard. Tutti questi film sono stati proiettati nelle sale cinematografiche in Argentina e all’estero e hanno inoltre partecipato ai più importanti festival del mondo. Alcuni film di Trapero sono inclusi in progetti collettivi, tra questi Sobras (in Stories on Human Rights), Nómade (in 25 miradas - 200 minutos) e Naif (in Visual Telegrams). Nel 2012 Trapero presenta, in veste di produttore, Caito, diretto da Guillermo Pfening, e partecipa nuovamente al Festival di Cannes con il film a soggetto Elefante blanco e con 7 días en La Habana.
FILM PRESENTATI A VENEZIA:
2000 - Mundo grúa (Mondo grua) - Settimana internazionale della critica (produttore, sceneggiatore, regista)
2004 - Familia rodante (Famiglia su ruote) - Orizzonti (produttore, sceneggiatore, regista)

PRESENZE IN GIURIA:
2012 - Venezia 69 (membro)


 



70 Registi per Venezia 70