ARCHIVIO 2008



Arbeit Nahrung Wohnung
Madrid - Venezia - Stoccarda, 20,21 giugno 2008 - 15 ottobre 2008 - 5 febbraio 2009

Poppe / musikFabrik  OPERA
Arbeit Nahrung Wohnung
20, 21 giugno 2008, ore 20.30, Teatro Albéniz de la Comunidad de Madrid
 
musica Enno Poppe
libretto Marcel Beyer
regia e scene Anna Viebrock
drammaturgia Malte Ubenauf
luci Olaf Freese
con Graham F. Valentine (Robinson), Omar Ebrahim (Venerdì)
controtenore Daniel Gloger / tenore Martin Nagy / baritono Guillermo Anzorena / basso Andreas Fisher
Neue Vocalsolisten Stuttgart
pianoforte Benjamin Kobler, Ulrich Löffer, Ernst Surberg, Michael Wendeberg
percussioni Alexandre Babel, David Haller, Lazlo Hudacsek, Michael Weilacher
musikFabrik
 
direzione musicale Michael Wendeberg
elettronica dal vivo Wolfgang Heiniger
suono Josh Martin (ZKM), Daniel Plewe
libretto e musica commissionati dalla Città di Monaco per la Biennale di Monaco
produzione Biennale di Monaco, Staatsoper Unter den Linden Berlin
in collaborazione con ZKM | Institute for music and acoustic
co-produzione La Biennale di Venezia, Musicadhoy (Madrid), Musik der Jahrhunderte (Stuttgart)
nell’abito del progetto ENPARTS – European Network of Performing Arts
con il supporto del Programma Cultura dell’Unione Europea.
 
Ispirato a uno dei romanzi più celebri di William Defoe, Robinson Crusoe, il grande viaggiatore che ha percorso il mondo e attraversato gli oceani sconfinati e che improvvisamente si ritrova costretto a vivere in un microcosmo interamente circondato dal mare, Arbeit Nahrung Wohnung (traducibile con “Lavoro, vitto e alloggio”) è la nuova opera del compositore tedesco Enno Poppe.
 
La regista Anna Vibrock ha allestito l’opera di Poppe, su libretto di Marcel Beyer, in quattro spazi: una cucina con stanza adiacente, un corridoio, e un’ampia sala dove agiscono non soltanto i due protagonisti - Graham Valentine e Omar Ebrahim - e i quattro cantanti del Neue Vocalsolisten Stuttgart, che costituiscono il coro, ma anche i membri di musikFabrik, quattro tastieristi e altrettanti percussionisti. La musica diventa così parte integrante degli avvenimenti scenici. Anche se gli strumenti sono concentrati per la maggior parte nell’ampia sala, si muovono anche negli altri spazi, dando così una connotazione sonora a ognuno di essi.
 
Della celeberrima storia di Crusoe, Poppe e Beyer non seguono lo sviluppo cronologico raccontato da Defoe, ma ne mettono in luce frammenti soltanto occasionalmente vicini all’orizzonte di eventi a noi noti. Non solo, invertono l’inizio con la fine, per cui la scena del salvataggio apre l’opera mentre la solitudine di vivere su un’isola si trova alla fine: “questo Robinson - afferma il librettista - perde il desiderio del consorzio umano e non gli importa di essere salvato”. Il libretto composto da Marcel Beyer non conserva dunque elementi testuali attinti dal romanzo, ma si concentra su alcune caratteristiche dei personaggi e sui loro particolari idiomi.
 
Il personaggio di Robinson inizialmente si esprime parlando e solo col procedere dell’opera utilizza il canto. Al contrario Venerdì, l’amico e schiavo che salva Robinson dai cannibali, canta per tutta l’opera. Per questo lavoro Poppe ha composto lieder, shanties (canzoni popolari in cui la voce solista si alterna al coro) e un coro maschile di marinai e pescatori.
 
Il suono dei brani corali è ispirato ai canti di chiesa così come ancora oggi si possono ascoltare in alcune isolette scozzesi: cori lenti, cantati secondo un caratteristico tempo ritardato, una mescolanza peculiare tra microcanoni ed eterofonie. In Arbeit Nahrung Wohnung i cori formano un tappeto sonoro che si distingue nettamente dagli altri elementi musicali. La drammaturgia sonora di questo lavoro si crea per costellazioni: attraverso la corrispondenza tra i diversi strati sonori e linguistici, attraverso l’interazione dei lieder, dove si concentra molta parte della composizione, e attraverso la tensione tra la scena, l’azione sulla scena e il suono.
 
Nato nel 1990, musikFabrik è un ensemble composto da 15 solisti accomunati dalla vocazione alla contemporaneità. La programmazione innovativa e l’autonomia organizzativa della loro struttura sono le caratteristiche peculiari del gruppo internazionale di musicisti. musikFabrik abbraccia un vasto repertorio che comprende numerosi lavori espressamente composti per l’ensemble, come Vigilia di Wolfgang Rihm. L’ensemble strumentale, particolarmente attento alle possibilità di comunicazione e di ricerca di prospettive sperimentali e di espressione nel campo della musica, è impegnato in progetti interdisciplinari combinati con altre forme di arte come il “live electronics”, il teatro danza, il teatro musicale e le installazioni.
 
Arbeit Nahrung Wohnung nasce nell’ambito dello European Network of Performing Arts, una rete di rapporti culturali ideato dalla Biennale di Venezia e che coinvolge altri sei festival europei di danza musica e teatro con l’obiettivo di sviluppare progetti performativi e di formazione nell’arco di un quinquennio. Il progetto ENPARTS - che è stato riconosciuto dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Cultura 2007-2013 - inizia quest’anno con la coproduzione di tre spettacoli che verranno di volta in volta presentati nelle varie sedi europee degli enti e dei festival coinvolti.
 
L’opera di Enno Poppe è un progetto che la Biennale condivide con Musicadhoy di Madrid, istituzione attenta ai fermenti delle nuove generazioni musicali ispaniche ed europee, e Musik der Jahrhunderte di Stoccarda, che accanto all’attività stagionale è promotore del festival Eclat, un think-tank della nuova musica.
 
Arbeit Nahrung Wohnung ha debuttato il 20 giugno al Teatro Albéniz di Madrid, nell’ambito di Música y Ópera de Hoy; sarà a Venezia il 15 ottobre nell’ambito del 52. Festival Internazionale della Biennale di Venezia; infine, a febbraio 2009 a Stoccarda.