ARCHIVIO 2008



Babylon Europe: Boundless Languages
Telecom Italia Future Centre, Venezia , 29 novembre 2008

Babylon Europe: Boundless Languages è il primo incontro pubblico, in forma di Conferenza, delle istituzioni che hanno dato vita al progetto ENPARTS (European Network of Performing Arts), realizzato col sostegno del Programma Cultura dell’Unione Europea.
 
Ciascuno dei direttori delle istituzioni che partecipano al progetto ha scelto come ospite una personalità nel campo delle arti dello spettacolo e della cultura - studiosi e artisti, drammaturghi e filosofi - a cui ha chiesto di affrontare liberamente, in rapporto ai loro saperi e alle loro pratiche (non necessariamente da identificare con le competenze della singola realtà istituzionale, nei settori del teatro, della danza, della musica) temi legati agli ambiti della multiculturalità, della pluridisciplinarietà, della divisione e della ricomprensione dei linguaggi sulla soglia del secondo millennio, in un quadro di esperienze ampiamente europeo.
Ciascuno dei direttori delle istituzioni traccerà un breve quadro dei progetti e delle intenzioni che affida al programma ENPARTS.
 
A partire dalla ricca realtà culturale espressa dalla collocazione territoriale dei partners del Network, la Conferenza si propone di tracciare, attraverso il dibattito complessivo di questa giornata, le linee del futuro e, insieme, un’identità comune per il “cantiere” che ENPARTS rappresenta.
 
Sulle rovine e sulle speranze di molte costruzioni, travolte dai tempi e della Storia, il riferimento alla confusione dei linguaggi vuole essere, al contrario del mito babelico (“allegoria in fatti” della separazione dei mestieri e delle discipline, attraverso la differenziazione linguistica e l’incomprensibilità), una speranza e un tentativo di fare parlare e interagire ciò che appare confuso, separato e diverso per provare a superare le barriere delle lingue nazionali e dei linguaggi delle corporazioni e degli ambiti disciplinari.
 
(Piermario Vescovo - Università Ca’ Foscari di Venezia)
 
 
Telecom Italia Future Centre, 29 novembre 2008
Vai al dossier Babylon Europe [PDF, 290 KB]
(programma / abstract / bio relatori)
 
introduce:
Ellen Schraudolph (project manager Education, Audiovisual and Culture Executive Agency – EU)
 
Enparts Network:
Christine Fischer (manager e direttore artistico, Musik der Jahrhunderte, Stuttgart)
Luca Francesconi (direttore del Settore Musica, La Biennale di Venezia)
Brigitte Fürle (direttore artistico, spielzeit'europa | Berliner Festspiele, Berlin)
Betsy Gregory (direttore artistico, Dance Umbrella, London)
Xavier Güell (direttore artistico musicadhoy e operadhoy, Madrid)
Ismael Ivo (direttore del Settore Danza, La Biennale di Venezia)
Nikita Milivojevic (direttore, Bitef, Belgrad)
Maurizio Scaparro (diretore del Settore Teatro, La Biennale di Venezia)
Virve Sutinen (direttore artistico, Dansens Hus, Stockholm)
 
esperti:
Joël Bons (compositore, direttore di Nieuw Ensemble e Atlas Ensemble)
Cristina Caprioli (professore di coreografia all'University College of Dance, Svezia; coreografa)
Iain Chambers (scrittore e professore di Studi Culturali e Post-Coloniali, Università degli Studi di Napoli "L’Orientale")
Heiner Goebbels (compositore)
Adrian Heathfield (scrittore, curatore e professore di Performance e Visual Culture, Roehamption University)
Johannes Odenthal (Coordinatore di Progamma dell’Akademie der Kuenste Berlin)
Maja Pelevic (dramamturgo)
Eugenio Trías (filosofo)
José-María Sanchez-Verdú (compositore)
 
moderatore:
Carmelo Alberti (Università Ca’ Foscari di Venezia)
 
si ringrazia il Telecom Italia Future Centre