ARCHIVIO 2011



Brilliant Corners
Venezia - Londra - Stoccolma, 24 e 25 giugno 2011 - 10 e 11 ottobre 2011 - 14 e 15 ottobre 2011

EMANUEL GAT (Francia)
Brilliant Corners
24-25 giugno 2011
Teatro Piccolo Arsenale, Venezia

10-11 ottobre 2011
Dance Umbrella, Sadler’s Wells, Londra

14-15 ottobre 2011
Dansens Hus, Stoccolma

Altre rappresentazioni:
2-3 luglio 2011, Festival Montpellier Danse 2011, Montpellier / 7-8-9 luglio 2011, American Dance Festival, Durham / 3-4-5-6 agosto 2011, Paris Quartier D’eté, Parigi / 16-17 agosto 2011, Tanz Im August - Hau, Berlino / 8-10 settembre 2011, Pact, Essen / 11 febbraio 2012, Le Cratère Scène Nationale D’alès, Alès / 16-18 febbraio 2012, Desingel, Antwerp / 22-25 febbraio 2012, Pavillon Noir, Aix En Provence / 5 aprile 2012, Belgrado


Considerato un purista della danza, in cui spicca tutta la sensualità e la fisicità del movimento, l’israeliano Emanuel Gat è oggi uno dei maggiori coreografi della scena internazionale. Il suo nuovo spettacolo, Brilliant Corners, che indaga l’arte effimera della danza, che nasce muore e sempre si rinnova nello spazio circoscritto di un gesto, debutterà in prima mondiale a Venezia il 24 giugno al Teatro Piccolo Arsenale (replica il 25 giugno). Lo spettacolo nasce nell’ambito del programma European Network of Performing Arts che la Biennale promuove e condivide, per la danza, con il festival Dance Umbrella di Londra e il centro Dansens Hus di Stoccolma.

“È nella chiarezza e nella semplicità di un quadrato di luce ben definito che si dispiega un organismo coreografico in perenne mutamento creato da 10 danzatori.
Quasi un’esplosione simultanea di idee, Brilliant Corners funziona come un sismografo dell’attività coreografica, traccia le sue strutture evanescenti e le sue molteplici prospettive. Regole e meccanismi si creano e si confrontano immediatamente con le aspettative, mettendo in luce sia la fragilità dell’istante coreografico che la sua bruciante rilevanza.
Come quando si versa la pittura nell’acqua, emerge un disegno in costante mutamento. Una struttura complessa a 4 dimensioni di eventi cinetici, fatta di infiniti strati ritmici e melodici che si compongono nello spazio e nel tempo in elaborati contrappunti. Brilliant Corners si fonda sull’intima fiducia nella capacità del processo coreografico di inventare strutture che posseggono una verità fondamentale” (E. Gat).