> COPRODUZIONI



Serial sevens

FRANCESCA VERUNELLI (Italia)
10 ottobre ore 20.30

Teatro alle Tese
Serial Sevens (prima es. it.)
musiche di Francesca Verunelli
regia di Kristiina Helin
scene e costumi Lotta Esko
video Saara Ekström
luci Jan Fendinger
commissionato da La Biennale di Venezia, Musik der Jahrhunderte Stuttgart
nell'ambito di ENPARTS - European Network of Performing Arts
con il sostegno del Programma Cultura dell'Unione Europea
prima rappresentazione assoluta: 21, 22 luglio 2012, Theaterhaus Stoccarda
 
Voce, teatro e musica è un terreno di ricerca dalle infinite possibilità e dalla forte carica immaginativa e comunicativa: la molteplicità di elementi in gioco, gesto parola drammaturgia suono immagine, può dar vita a un concerto scenico, un melologo, una micro-opera, teatro strumentale, performance, art song, sprechoper. Su questo versante la Biennale si è annualmente impegnata con Musik der Jahrhunderte di Stoccarda per produrre nuove opere sperimentali da camera.

Quest’anno, saranno due trentenni, Francesca Verunelli, già vincitrice del Leone d’argento alla Biennale Musica 2009, e Giovanni Bertelli a cimentarsi, in separata sede, in quella che è la loro prima opera di teatro musicale il 10 ottobre 2012 al Teatro alle Tese (ore 20.30).

Serial Sevens di Francesca Verunelli si ispira ai grovigli oscuri della memoria, riferendosi, nel titolo, a un vero test clinico per valutare il grado di memoria e di concentrazione, ma anche alle sette voci degli interpreti e ai testi, tutti anonimi, tratti da autentiche conversazioni tra dottori e pazienti, che aprono spazi a un mondo non detto.

Sarà interessante anche la lettura registica, che per entrambi è opera della finlandese Kristiina Helin, a lungo alla scuola di Jerzy Grotowski e di Eugenio Barba.