Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Musica (new)

Musica


Concerto aperitivo
Marco Fusi



Il concerto-aperitivo che apre la giornata alle 11.30 nella Sala delle Colonne di Ca’ Giustinian, protagonista Marco Fusi, è dedicato alla viola d’amore, strumento assai raro nella musica contemporanea, per questa occasione amplificata elettronicamente.

“È uno strumento che non si è mai affermato – sostiene Fusi - e quindi ha conservato il suo carattere sperimentale, dotato di effetti di risonanza grazie a 7 corde definite simpatiche, proprio perché vibrano per simpatia quando quelle principali vengono pizzicate. Le caratteristiche costruttive dello strumento, che non ha una accordatura definita, apre così uno spazio sconosciuto, di maggiore libertà ai compositori, come quando si entra in una stanza senza perimetri e si devono definirne le pareti”.

Il programma veneziano affronta la generazione dei trentenni, quasi tutti presenti con prime esecuzioni assolute: Lorenzo Romano, Andrea Mancianti, che cura anche l’elettronica, Clara Iannotta, Federico Gardella, Alessio Rossato e Lorenzo Pagliei.

<<