Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Musica (new)

Musica

Visioni



Al Teatro Piccolo Arsenale (ore 17.15) va in scena l’originale concerto-spettacolo che integra luci suoni immagini: intitolato Visioni, è ideato da Eric Maestri con l’apporto delle musiche di Daniele Ghisi.

In scena un’orchestra di 20 altoparlanti, 20 sorgenti sonore e altrettanti oggetti fantastici ideati da Olivier Perriquet, cui si aggiunge la strumentazione acustica dell’Ensemble L’imaginaire, fondato quattro anni fa a Strasburgo.

Giocato sulla sovrapposizione dei piani e sullo scambio tra visibile e invisibile, Visioni porta in scena e traduce in musica la distanza che la tecnologia mette fra noi e la realtà, per cui anche il suono può essere separato dalla sua sorgente.

Eric Maestri si chiede: “se ciò che vediamo produrre il suono fosse falso, se sembrasse la sorgente ma non lo fosse? Visioni è un brano sonoro e visivo che, attraverso l’elettronica con le sue macchine immaginarie, mette in moto il mistero dell’ascolto, il gioco della rappresentazione del suono che da invisibile si fa visibile”.

<<