Chiudi

la Biennale di Venezia
Main Visual Musica (new)

Musica

Biografie dei compositori

Gabriele Cosmi (Oristano – Italia, 1988)
Dopo il diploma in composizione al conservatorio di Cagliari, prosegue gli studi al Conservatorio di Milano con Alessandro Solbiati. Si perfeziona all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Ivan Fedele. Studia anche musica elettronica con Elio Martusciello e con Giovanni Cospito. Ha seguito seminari, workshop e masterclass di musica elettronica e live eletronics con Fabio Cifariello Ciardi e Luigi Ceccarelli.
La composizione Cipressi per fisarmonica vince la menzione d'onore al Concorso Internazionale della Galleria d'Arte Moderna di Milano. Nel 2013 con la composizione Geghard II per flauto solista ed ensemble è finalista al Prix de Composition del Concours International de Genève (dicembre 2013).
Ha composto musica per ensemble, solisti, elettronica ed orchestra. La sua musica è stata eseguita in diverse città italiane ed europee (Cagliari, Milano, Venezia, Trento, Ginevra, Bari, Mosca, Maribor, Saragozza) e commissionata da festival e teatri quali: Festival Inaudita (2010-2011), Tra barocco e modernità, Festival Spaziomusica (2010), Festival Urticanti (2009), Studio Ernest-Ansermet di Ginevra, Teatro Comunale di Trento (2012), Festival Pontino (2010-2011). Ha collaborato con ensemble, direttori ed interpreti fra cui: Enrico di Felice, Plurimo ensemble, Ensemble Contrechamps, Maria Grazia Bellocchio, Megumi Nkamori, Ensemble Spaziomusica, London Sinfonietta, Aki Kuroda, Cult Quartet, Michael Wendeberg, Icarus Ensemble, Laura Catrani.
 
 
Claudio Gay (Milano – Italia, 1988)
Studia composizione e pianoforte al Conservatorio di Milano, diplomandosi in pianoforte con Daniela Ghigino nel 2010. Prosegue gli studi di composizione a Bologna, sotto la guida di Marco Taralli e dal 2011 frequenta all'Accademia Chigiana il corso di perfezionamento in composizione di musica per film con Luis Bacalov. Dal 2006 partecipa ai seminari di tecnica e interpretazione musicale di Torre Pellice. Come solista ha suonato con l'orchestra Aloisiana, e in duo con la violinista Leila Negro per diverse istituzioni, tra cui la Società dei Concerti di Milano, i Concerti nel Chiostro, l'Estate Musicale dell'Isola d'Elba. Il duo è stato premiato ai concorsi internazionali di Cogoleto e di Riccione. Sempre a Riccione ha vinto nel 2012 il primo premio per la musica da camera con la violinista Lucia Zanoni. Con Silvia Gay, mezzosoprano, è stato finalista con menzione speciale per la sezione “musica da camera” del Premio Schubert per il CAMT.
Nel 2009 è stato maestro accompagnatore nella produzione dell'opera Ferrovia Sopraelevata di Dino Buzzati e Luciano Chailly al Piccolo Teatro di Milano. Nello stesso anno la sua opera per bambini Il Principe Granchio viene rappresentata al Teatro dal Verme di Milano. La sua opera Le Sconfitte, di cui ha curato anche la regia, nel 2010 è ospitata dal Teatro Lirico di Magenta e dal Teatro Cenacolo Francescano di Lecco. Con l'Orchestra da camera della Val Pellice ha realizzato nel 2010 Il Maestro e Margherita, oratorio per voce recitante, soprano e mezzo soprano e nel 2012 il lied Gli Emigranti su testo di Edmondo De Amicis. Da quest'anno è compositore in residenzapresso il Visby International Center of Composers di Gotland in Svezia.
 
 
Yair Klartag (Israele, 1985)
Si diploma nel 2010 in composizione all’Università di Tel Aviv, dove ha studiato con Ruben Seroussi.
Prosegue gli studi con un master in composizione con Georg Friedrich Haas e Erik Oña presso la Musik Akademie di Basilea e attualmente frequenta il dottorato presso la Columbia University.
Ha frequantato masterclass con Chaya Czernowin, Brian Ferneyhough, Mark Andre, Beat Furrer, Rebecca Saunders, Pierluigi Billone, Steven Takasugi, Hector Parra e Fabián Panisello.
Le sue composizioni sono state eseguite da ensemble e solisti come Tokyo Sinfonietta (Giappone), Tongyeong Music Festival Orchestra (Corea del Sud), Ensemble Phoenix Basel (Svizzera), Ensemble Proton (Berna), Ensemble Zafraan (Berlino), Meitar ensemble e PercaDu (Israele) e da cori quali Escolania de Montserrat (Spagna), Les Cris de Paris e i cori Shahar e Ha'Efroni.
Ha ricevuto numerosi premi e borse di studio tra cui l’Irino Prize (Giappone, 2010), il primo premio all’International Composition Competition Ireneu Segarra (Spagna, 2009), il secondo posto al Concours Dutilleux (Francia, 2012), il premio del pubblico all’Isang Yun Composition Competition (Corea del Sud, 2011), il secondo posto al SCCM international composition competition (Cina, 2010), e il premio AKUM (Israele 2012).
 
 
Accursio Antonio Cortese (Castelvetrano – Italia, 1980)
Consegue il diploma in pianoforte con Onorato Buogo e la laurea in composizione con Marco Betta al Conservatorio di Palermo. Segue poi il corso di alto perfezionamento in composizione presso l’Accademia Santa Cecilia di Roma con Ivan Fedele. Si specializza in composizione di musiche per film con Luis Bacalov e in opera lirica con Giorgio Battistelli presso l’Accademia Chigiana di Siena. Ha studiato direzione d’orchestra con Carmelo Caruso e musica corale e direzione di coro con Marco Ghiglione. Approfondisce la musica Jazz frequentando seminari internazionali a Siena con Giancarlo Schiaffini, Bruno Tommaso e Giancarlo Gazzani, quindi con Stefano Bollani, Danilo Rea, Dado Moroni e David Kikoski.
Ha composto musica sinfonica, cameristica, sacra, lirica e per il cinema. È attualmente organista nella chiesa di S. Giuseppe in Sciacca. Ha ricoperto la carica di direttore artistico di Sciacca Jazz dal 2005 al 2008.
Dal 2005 al 2011 ha diretto il Coro Polifonico delle Terme di Sciacca e l’orchestra da camera V. Bellini di Palermo, svolgendo un’intensa attività concertistica in produzioni importanti come il Requiem di Mozart, Gloria di Vivaldi e il Messiah di Händel.