la Biennale di Venezia
Main Visual Musica (new)

Musica


Progetti selezionati per Biennale College - Musica

Sono 4 i progetti selezionati che accedono alla prima fase di Biennale College Musica: una serie di masterclass che si svolgeranno nel corso del 57. Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia (4 > 13 ottobre), primo passo per accompagnare la realizzazione vera e propria di una breve opera da camera a basso costo. I 4 progetti realizzati verranno presentati il prossimo anno nell’ambito del 58. Festival Internazionale di Musica Contemporanea diretto da Ivan Fedele e organizzato dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.
 
I 4 progetti, selezionati al termine di una call internazionale sono:
 
· Tre cose (a caso) sull'amore Claudio Gay (musica), Chiara Passaniti (regista), Laura Tassi (librettista), Tommaso Osnaghi (scenografia): al centro dell’opera sono lei, lui e l’analista, ovvero il rapporto di coppia osservato da un terzo, in un mondo in cui i media e i social network ci illudono di tessere una rete enorme di relazioni mentre non fanno altro che aumentare la nostra incapacità di relazionarci davvero.
 
· O-X-A- Accursio Cortese (musica), Orlando Di Marca (libretto e regia), Isabella Terruso (scenografia): il “per” del titolo richiama, oltre al gergo giovanile, la croce in legno che il puparo utillizza per muovere i suoi pupi, mentre le lettere O e A richiamano i due protagonisti, Orlando e Angelica, che si trasforemeranno anche in Arleccchino e Smeraldina passando dalla tradizione dei pupi siciliani alla commedia dell’arte, dall’Orlando Furioso al Servo di due padroni di goldoniana memoria.
 
· MagenZeit Opera - Gabriele Cosmi (musica), Michelangelo Zeno (libretto), Alberto Oliva (regia), Marco Ferrara (scenografia): sulle suggestioni della Zeitoper di Weimer, il lavoro mette in scena lo scontro generazionale attraverso la surreale contrapposizione tra l’ingordigia di una madre obesa e tirannica e l’incosistenza di una figlia al limite dell’anoressia. In mezzo un malcapitato dottore conteso fra le due parti e vittima, col suo candore, di colossali fraintendimenti.
 
· The Myth of Homo Rudolphensis - Yair Klartag (musica), Yael Sherill (libretto), Franziska Guggenbichler (regia), Aileen Klein (scenografia): al centro è l’esistenza assurdamente breve dell’Homo Rudolfensis, specie comparsa 2 milioni di anni fa in Africa e che gli autori vedono come infinitamente sensibile e onesta e pertanto incapace di coesistere con l’Homo habilis che la soppianterà.
 
La prima fase di Biennale College – Musica per i 4 team selezionati (compositore, librettista, regista, scenografo) è costituita da una serie di masterclass che si terranno a Venezia nel corso del 57. Festival Internazionale di Musica Contemporanea e precisamente dall’8 all’11 ottobre presso il Laboratorio delle Arti della Biennale. Le masterclass, coordinate dal Direttore Ivan Fedele, esploreranno i diversi elementi del teatro musicale e saranno tenute da: David Moss vocalist e percussionista, Giuliano Corti dramaturg, Giancarlo Cauteruccio regista, Ljuba Bergamelli soprano, Jo Bullit performer.
 
L’esperienza di Biennale College – Musica, al pari di quella del Cinema, della Danza e del Teatro, sarà raccontata e documentata nelle sue diverse tappe sui canali tematici di Rai Scuola e Rai Educational per promuovere ad un pubblico sempre più ampio la ricerca artistica.
Anche il Quarto Palcoscenico, l’area web dedicata ai settori dello spettacolo della Biennale di Venezia (www.labiennale.org/it/mediacenter/quarto_palcoscenico/), dove già si trova un’agile “guida al 57. Festival” attraverso 9 brevi video-interviste ai suoi protagonisti, racconterà le attività di Biennale College – Musica, seguendo le fasi di realizzazione dei 4 progetti ammessi.
 
Biennale College è un’esperienza innovativa condivisa da tutti i Settori della Biennale di Venezia, promuovendo i giovani talenti e offrendo loro di operare a contatto di maestri, per la messa a punto di creazioni.
 
Biennale College - Musica intende selezionare in tutto il mondo progetti di teatro musicale della durata massima di 12 minuti su tema comico, parodistico o surreale per un ensemble di 6 strumenti. I progetti si richiedono proposti da un team composto da compositore-librettista-regista (cui si può aggiungere uno scenografo). I team selezionati saranno accompagnati nell’articolazione e nella realizzazione della loro nuova creazione in tutti i suoi passaggi attraverso fasi formative e di produzione.
Quarto palcoscenico
Video e fotogallery
Biennale College - Teatro
Nove laboratori dal 30 luglio al 10 agosto 2014
Biennale Architettura
Fundamentals. 7 giugno > 23 novembre 2014