Chiudi

la Biennale di Venezia
Main Visual Musica (new)

Musica

4 i progetti selezionati per Biennale College - Musica

< Indietro
i progetti accedono a una serie di masterclass
03 | 10 | 2013

nel 2014 la prima esecuzione

Sono 4 i progetti selezionati che accedono alla prima fase di Biennale College Musica: una serie di masterclass che si svolgeranno nel corso del 57. Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia (4 > 13 ottobre), primo passo per accompagnare la realizzazione vera e propria di una breve opera da camera a basso costo. I 4 progetti realizzati verranno presentati il prossimo anno nell’ambito del 58. Festival Internazionale di Musica Contemporanea diretto da Ivan Fedele e organizzato dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.
 
I 4 progetti, selezionati al termine di una call internazionale sono:
 
· Tre cose (a caso) sull'amore Claudio Gay (musica), Chiara Passaniti (regista), Laura Tassi (librettista), Tommaso Osnaghi (scenografia): al centro dell’opera sono lei, lui e l’analista, ovvero il rapporto di coppia osservato da un terzo, in un mondo in cui i media e i social network ci illudono di tessere una rete enorme di relazioni mentre non fanno altro che aumentare la nostra incapacità di relazionarci davvero.
 
· O-X-A- Accursio Cortese (musica), Orlando Di Marca (libretto e regia), Isabella Terruso (scenografia): il “per” del titolo richiama, oltre al gergo giovanile, la croce in legno che il puparo utillizza per muovere i suoi pupi, mentre le lettere O e A richiamano i due protagonisti, Orlando e Angelica, che si trasforemeranno anche in Arleccchino e Smeraldina passando dalla tradizione dei pupi siciliani alla commedia dell’arte, dall’Orlando Furioso al Servo di due padroni di goldoniana memoria.
 
· MagenZeit Opera - Gabriele Cosmi (musica), Michelangelo Zeno (libretto), Alberto Oliva (regia), Marco Ferrara (scenografia): sulle suggestioni della Zeitoper di Weimer, il lavoro mette in scena lo scontro generazionale attraverso la surreale contrapposizione tra l’ingordigia di una madre obesa e tirannica e l’incosistenza di una figlia al limite dell’anoressia. In mezzo un malcapitato dottore conteso fra le due parti e vittima, col suo candore, di colossali fraintendimenti.
 
· The history of Homo Rudolphensis - Yair Klartag (musica), Yael Sherill (libretto), Franziska Guggenbichler (regia), Aileen Klein (scenografia): al centro è l’esistenza assurdamente breve dell’Homo Rudolfensis”, specie comparsa 2 milioni di anni fa in Africa e che gli autori vedono come infinitamente sensibile e onesta e pertanto incapace di coesistere con l’”Homo habilis” che la soppianterà.
 
La prima fase di Biennale College – Musica per i 4 team selezionati (compositore, librettista, regista, scenografo) è costituita da una serie di masterclass che si terranno a Venezia nel corso del 57. Festival Internazionale di Musica Contemporanea e precisamente dall’8 all’11 ottobre presso il Laboratorio delle Arti della Biennale. Le masterclass, coordinate dal Direttore Ivan Fedele, esploreranno i diversi elementi del teatro musicale e saranno tenute da: David Moss vocalist e percussionista, Giuliano Corti dramaturg, Giancarlo Cauteruccio regista, Ljuba Bergamelli soprano, Jo Bullit performer.
 
L’esperienza di Biennale College – Musica, al pari di quella del Cinema, della Danza e del Teatro, sarà raccontata e documentata nelle sue diverse tappe sui canali tematici di Rai Scuola e Rai Educational per promuovere ad un pubblico sempre più ampio la ricerca artistica.
Anche il Quarto palcoscenico, l’area web dedicata ai settori dello spettacolo della Biennale di Venezia (www.labiennale.org), dove già si trova un’agile “guida al 57. Festival” attraverso 9 brevi video-interviste ai suoi protagonisti, racconterà le attività di Biennale College – Musica, seguendo le fasi di realizzazione dei 4 progetti ammessi.
 
Biennale College è un’esperienza innovativa condivisa da tutti i Settori della Biennale di Venezia, promuovendo i giovani talenti e offrendo loro di operare a contatto di maestri, per la messa a punto di creazioni.
 
Biennale College - Musica intende selezionare in tutto il mondo progetti di teatro musicale della durata massima di 12 minuti su tema comico, parodistico o surreale per un ensemble di 6 strumenti. I progetti si richiedono proposti da un team composto da compositore-librettista-regista (cui si può aggiungere uno scenografo). I team selezionati saranno accompagnati nell’articolazione e nella realizzazione della loro nuova creazione in tutti i suoi passaggi attraverso fasi formative e di produzione.

BIOGRAFIE DEI COMPOSITORI >>

(nella foto: David Moss, uno dei maestri di Biennale College - Musica)