la Biennale di Venezia

Biennale Arte 2015

Presentate le linee generali della 56. Esposizione Internazionale d’Arte
Biennale Arte 2015

14. Mostra Internazionale di Architettura

Salta le code con la biglietteria online! Scopri tutte le offerte
14. Mostra Internazionale di Architettura

14. Mostra Internazionale di Architettura

Aperta da martedì a domenica, ore 10-18 (chiuso lunedì, escluso 17 novembre)
14. Mostra Internazionale di Architettura

News

Meetings on Architecture. Freeport CROAZIA

< Indietro
New Tendencies and Architecture: Abstraction, Ambience, Algorithm
08 | 08 | 2014

l’incontro consiste in una tavola rotonda, un documentario e una mostra pop-up

New Tendencies and Architecture
Abstraction, Ambience, Algorithm
 
8 agosto 2014, palco E - dalle 10.00 alle 14.00
Venezia, Corderie dell’Arsenale
 
Organizzato da: Padiglione Croazia - Fitting Abstraction, Ministero della Cultura croato, Museo di Arte Contemporanea di Zagabria, Politecnico di Milano
Autori dell’incontro: Karin Šerman, Igor Ekštajn, Vesna Meštric, Ivo Covic
 
 
New Tendencies and Architecture: Abstraction, Ambience, Algorithm è il titolo del quarto appuntamento del programma Freeport, parte integrante della mostra Monditalia. L’incontro, organizzato dal Padiglione Croazia, si terrà alle Corderie dell’Arsenale l’8 agosto 2014, dalle ore 10:00 alle 14:00, palco E. L’incontro consisterà in una tavola rotonda, nella proiezione di un documentario e in una mostra pop-up.
 
New Tendencies è un movimento artistico internazionale che ha sviluppato la sua attività e l’intensa ricerca sperimentale nella Zagabria degli anni sessanta. Il movimento riuniva insieme artisti, architetti e teorici di diversi paesi europei la cui opera si basava principalmente sull’arte concreta e costruttiva, su un linguaggio formale obiettivo e sull’analisi degli effetti visivi in numerosi materiali e mezzi artistici. Obiettivo del movimento era mettere in discussione le direzioni future di una ricerca e di una sperimentazione artistica generale ed esaminare la teoria e la pratica del collegamento fra arte e società. Accanto alle sue preoccupazioni sociali, e alla richiesta di un impegno artistico e architettonico socialmente responsabile, New Tendencies ha svolto un ruolo pionieristico nell’introduzione del computer quale strumento per la pratica nelle arti visive e generatore di pensiero. Il caso di New Tendencies potrebbe aprire nuove strade verso una comprensione della posizione dell’architettura nel rapporto ambiguo tra un discorso creativo e socialmente impegnato e il computer come suo utile strumento.
 
Freeport è organizzato nell’ambito di Monditalia dai Paesi Partecipanti che accompagnano così le loro mostre nei padiglioni con una serie di incontri e proiezioni negli spazi delle Corderie dell’Arsenale. Il programma Freeport si svolge durante i giorni feriali di mostra come controparte dei Weekend Special; entrambi arricchiscono i Meetings on Architecture organizzati dalla Biennale di Venezia.
Il calendario di tutti gli appuntamenti dei sei mesi della Biennale Architettura 2014 è consultabile su http://www.labiennale.org/it/calendario/.
 
 
PROGRAMMA
orario 10 > 14
Tavola rotonda
Intervengono
Jerko Denegri: storico dell’arte e critico, Università di Belgrado
Francesco Poli: storico e critico dell’arte, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano
Margit Rosen: storico dell’arte, Zentrum für Kunst und Medientechnologie Karlsruhe
Ivan Rupnik: architetto e storico dell’architettura, Università Northeastern Boston
moderatori
Karin Šerman: teorico dell’architettura, Università di Zagabria
Ivo Covic: architetto, Politecnico di Milano
Igor Ekštajn: architetto, dottorando all’ Università di Harvard
                                                   
Film documentario: New Tendencies
Il film presenta il fenomeno New Tendencies ed esamina il suo significato storico, contemporaneo e la sua risonanza.
Produzione: Radiotelevisione croata, Zagabria, 2011
Sceneggiatura: Ana Marija Habjan
Diretto da: Vladislav Kneževic
Filmato a Zagabria, Croazia, e a Karlsruhe, Germania
Durata: 60.20 minuti
Lingua: croato con sottotitoli in inglese
Tra gli artisti e teorici partecipanti: Peter Weibel, Ivan Picelj, Jerko Denegri, Marija Gattin, Marko Meštrovic, Uli Pohl, Julio Le Parc, Karl Gerstner, Getulio Alviani, Darko Fritz, Margit Rosen, Frieder Nake, Herbert Franke, Zdenko Šternberg, Miro Cimerman.
 
Mostra
La mostra “Pop-up” si focalizza sul lavoro sperimentale in campo artistico ed architettonico dell’architetto croato Vjenceslav Richter, membro di EXAT 51 e protagonista di New Tendencies.
In collaborazione con la Collezione Richter, Museo di Arte Contemporanea di Zagabria.
Autori della mostra: Vesna Meštric, Manager  della Collezione Richter, Museo di Arte Contemporanea di Zagabria
 
Il programma potrà subire integrazioni e modifiche che saranno tempestivamente comunicate.
Gli incontri sono accessibili al pubblico che visita la 14. Mostra in possesso del titolo di ingresso.
Biglietto intero € 25,00 - Ridotto € 22/20 - Studenti / Under 26 € 15,00. I biglietti sono validi per un ingresso all’Arsenale e uno ai Giardini.
Per tutte le tariffe consultare la sezione Biglietteria >>
 
 
Biografie
Relatori
Jerko Denegri è storico e critico d’arte. È stato curator del Museo di Arte Contemporanea di Belgrado dal 1965 al 1991, è stato professore alla Facoltà di Filosofia all’Università di Belgrado, presso il dipartimento di Storia dell’Arte, dal 1991 al 2007. È stato autore e curatore di numerose mostre di arte visiva jugoslava e ne ha scritto le monografie dei principali protagonisti. È stato commissario della Yugoslav Biennial of Young Artists a Parigi e del Padiglione della Jugoslavia alla Biennale di Venezia. Ha dato vita e collaborato a diverse testate professionali. È membro dell’Associazione Internazionale dei Critici d’Arte (AICA)
 
Francesco Poli è professore di Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Insegna all’Université Paris 8 e alla Scuola di Scienze della Comunicazione presso l’Università di Torino. È stato curatore di numerose mostre. Collabora con riviste d’arte specializzate ed è corrispondente del quotidiano La Stampa. Tra le sue pubblicazioni: La Metafisica, Laterza, 2004; Minimalismo, Arte Povera, Arte Concettuale, Laterza, 2011; Il sistema dell’arte contemporanea, Laterza, 2013; Arte moderna. Dal postimpressionismo all’informale, Electa, 2007; Arte contemporanea. Le ricerche internazionali dalla fine degli anni’50 ad oggi,Electa, II ed. 2011; La Scultura del Novecento, Laterza, 2006; Postmodern Art.1945-Now, Harper Collins Publishers, New York 2008.
 
Margit Rosen è ricercatrice e curatrice per il ZKM|Center for Art and Media Technology a Karlsruhe. Ha lavorato come curatrice per lothringer13/halle a Monaco, ha insegnato al Dipartimento di Digital Media al HfG presso la State Academy for Art and Design di Karlsruhe, è stata professoressa ospite all’Accademia di Belle Arti di Muenster. Le sue ricerche e pubblicazioni si concentrano sulla storia della fotografia, sull’arte contemporanea e sulle arti computer-based. È autrice del libro A Little-Known Story about a Movement, a Magazine, and the Computer’s Arrival in Art: New Tendencies and Bit International, 1961–1973 (MIT Press, 2011).
 
Ivan Rupnik è architetto e storico dell’architettura, assistente del corso di Architettura alla Northeastern University di Boston. Come parte del suo lavoro per il dottorato presso l’Università di Harvard, ha condotto delle ricerche sulla conversione transatlantica e trans-disciplinare dei metodi e dei mezzi di ingegneria industriale americana nella pratica del design architettonico europeo durante due periodi di forte inabilità, tra cui gli anni che seguirono i due conflitti mondiali. Tra i suoi scritti: Project Zagreb: Transition as Condition, Strategy, Practice (Actar, 2007), con Eve Blau, e A Peripheral Moment: Experiments in Architectural Agency (Actar, 2010).
 
Moderatori
Karin Šerman è storica e teorica dell’architettura, assistente del corso di Teoria Architettonica all’Università di Zagabria, presso la Facoltà di Architettura. Il suo lavoro si focalizza sull’architettura e cultura moderna e contemporanea. È inoltre la curatrice del Padiglione croato alla 14. Mostra Internazione di Architettura della Biennale di Venezia
 
Ivo Covic è architetto e insegna Teoria e Pratica Architettonica al Politecnico di Milano. Recentemente ha organizzato, assieme ad Alessandro De Magistris, la conferenza internazionale Nove Tendencije – Art and Architecture in the ‘60s: Zagreb – Milano.
 
Igor Ekštajn è architetto e ricercatore, dottorando in architettura presso la Harvard University Graduate School of Design. È curatore aggiunto del Padiglione croato alla 14. Mostra Internazione di Architettura della Biennale di Venezia.