Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



RSS YouTube Flickr Twitter Facebook Instagram
la Biennale di Venezia

Tutti i film della 74. Mostra

Annunciata il 27 luglio a Roma la selezione ufficiale
Tutti i film della 74. Mostra

Biennale Teatro 2017

Giovedì 27 luglio: incontro con Ene-Liis Semper (ore 16.30) e spettacolo (ore 19.30)
Biennale Teatro 2017

57. Esposizione Internazionale d’Arte

Apertura al pubblico nelle sedi dei Giardini e Arsenale (ore 10-18, lunedì chiuso)
57. Esposizione Internazionale d’Arte

57. Esposizione Internazionale d’Arte

Apertura al pubblico dal 13 maggio al 26 novembre 2017, Giardini e Arsenale
57. Esposizione Internazionale d’Arte

News

Ivan Fedele nominato Direttore del Settore Musica per il triennio 2017-2018-2019

< Indietro
04 | 11 | 2016

Il CdA della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, preso atto del positivo esito del 60. Festival Internazionale di Musica Contemporanea e considerato che per molti aspetti costituisce un modello sul quale costruire una ancora più impegnativa programmazione triennale, ha assunto la decisione di attribuire l'incarico di Direttore del Settore Musica al Maestro Ivan Fedele per gli anni 2017-2018-2019.
 
Ha precisato il Presidente Baratta: “L’ultimo Festival, diretto da Ivan Fedele, è stato riconosciuto come uno dei punti più importanti del nostro lavoro in campo musicale perché ha rappresentato un modello anche nell’apertura ai vari generi, nel mantenimento di una qualità alta, nella promozione di nuove creazioni con Biennale College. Per questo motivo si ritiene di dover sviluppare un programma per i prossimi tre anni avente a riferimento le linee che hanno caratterizzato le attività recenti, per consolidarle e integrarle con iniziative interne o collaterali volte a favorire lo spirito di ricerca e ad arricchire il nostro rapporto con il pubblico avvalendosi di un programma pluriennale. Per realizzare questo programma triennale la miglior cosa è affidarne la realizzazione a Ivan Fedele”.
 
Ringraziando il Presidente e il Consiglio d’Amministrazione per la fiducia accordatagli, Ivan Fedele ha dichiarato: “Partendo dall’esperienza del mio precedente mandato e dai risultati ottenuti, i prossimi tre anni saranno rivolti ad allargare le prospettive esplorate all’insegna di un’idea di contemporaneità che rifletta le reali istanze del mondo musicale del nostro tempo”.
 
 
Cenni biografici
Ivan Fedele (Lecce, 1953). È in Francia che Ivan Fedele consolida la sua fama di compositore, la cui opera, a oggi, è ricca di 150 titoli e comprende composizioni di ogni genere: opere orchestrali, per il teatro, elettroacustiche e di musica da camera. Senza ripudiare la lezione dei maestri delle avanguardie storiche, Fedele sembra attuarne le premesse, liberando la musica dal laboratorio e riportandola alla freschezza dell'ascolto, alla necessità e all'urgenza del confronto con interlocutori, interpreti e ascoltatori.
Dopo gli studi al Conservatorio di Milano e all’Accademia Santa Cecilia di Roma (ma studia anche filosofia all’Università degli Studi di Milano), a soli 28 anni vince il premio Gaudeamus (per il Primo Quartetto d’archi e Chiari per orchestra), che lo proietta sulla scena internazionale. Nel 1989 la sua composizione per orchestra Epos vince il Concorso G. Petrassi a Parma. Antigone, opera commissionata dal Teatro Comunale di Firenze per l'apertura del Maggio Musicale, è stata insignita del Premio Abbiati dell'Associazione Critici Musicali Italiani come migliore "novità assoluta" del 2007. Il Cd Animus Anima ha ricevuto lo "Choc de la Musique 2003" dalla rivista “Le Monde de la Musique”, mentre a Maya è stato attribuito il "Coup de Coeur 2004" dall'Académie Charles Cros e Mixtim ha vinto nel 2007 il Premio del Disco Amadeus nella categoria contemporanea.
La sua musica è stata diretta, tra gli altri, da Boulez, Eschenbach, Chung, Saalonen, Muti, Slatkin, Robertson, Kalitze, Wit, Valade e Rophè ed eseguita da orchestre e ensemble quali BBC, Radio di Berlino, Orchestra Sinfonica di Chicago, SWR di Stoccarda, National de France, National de Lyon, Orchestra Sinfonica di Varsavia, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Santa Cecilia, Ensemble Intercontemporain, London Sinfonietta, Klangforum Wien, ecc.
Nel 2000 è stato insignito dal Ministro della Cultura Francese dell'onorificenza di Chevalier de l'Ordre des Lettres et des Arts. Nel 2005 è nominato Membro dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Nel 2007 il Ministero della Cultura Italiano gli ha assegnato la Cattedra di Composizione nell'ambito dei corsi di Perfezionamento in Studi Musicali presso la stessa Accademia. Quest’anno ha ricevuto il Prix International Arthur Honegger 2016 per l'insieme della sua opera di compositore.