la Biennale di Venezia

News

Freeport | Armenia. Local Modernities

< Indietro
conferenza sul tema dell’eredità architettonica sovietica del dopoguerra
21 | 10 | 2014

Corderie dell’Arsenale (palco C), 21-22 ottobre 2014

National Architecture and International Style in the Soviet Empire post 1953
Curato dal  Padiglione dell’Armenia
Coordinatore del progetto  Ines Gebetsroither
 
Local Modernities: National Architecture and International Style in the Soviet Empire post 1953: questo il titolo della conferenza organizzata dal Padiglione armeno nell’ambito dei Freeport di Monditalia, che si terrà alle Corderie dell’Arsenale il 21 e 22 Ottobre 2014, dalle 13.00 alle 17.30, palco C.
 
La conferenza organizzata dal Padiglione Armenia è dedicata al tema dell’eredità architettonica sovietica del dopoguerra: ai suoi maestri e alle sue specificità, ai suoi stili originali e alle costruzioni stravaganti. L’intento è quello guardare a una parte mancante nella storia dell’architettura degli ultimi 100 anni; infatti mentre il costruttivismo sovietico e l’architettura stalinista sono già parte di un modello definito, il modernismo sovietico del dopoguerra è ancora piuttosto sconosciuto.
 
L’architettura e l’urbanistica sono state la causa di uno dei più grandi stravolgimenti della società sovietica postbellica; hanno creato unità sociale ma sono anche la ragione della sua dissoluzione. L’irrisolvibile contraddizione tra l’ideologia progressista della condivisione dello spazio pubblico e l’organizzazione comune della città, tra lo spazio immaginario della drammatizzazione del potere e lo spazio reale della vita di tutti i giorni, è riflessa nello sviluppo architettonico e urbanistico. Si tratta di un’architettura che ha creato un unico linguaggio ibrido e formale, e che ha immaginato spazi per una società mai creata. Questo continente, segnato da grandi contrasti, è pieno di capolavori che aspettano di essere formalmente scoperti. L’obiettivo dell’incontro è quello di rispondere ai pregiudizi contro l’urbanistica sovietica che si è sviluppata negli ultimi decenni.
 
Freeport è organizzato nell’ambito della mostra Monditalia dai Paesi Partecipanti che accompagnano così le loro mostre nei padiglioni con una serie di incontri e proiezioni negli spazi delle Corderie dell’Arsenale. Freeport si svolge durante i giorni feriali di mostra come controparte dei Weekend Special; entrambi arricchiscono i Meetings on Architecture organizzati dalla Biennale di Venezia. Il calendario di tutti gli appuntamenti è consultabile su www.labiennale.org/it/calendario/.
 
 
PROGRAMMA
MARTEDI’ 21 OTTOBRE
Panel 1: Soviet Modernism. Historical and Paradigmatic Shifts
13.00    Georg Schöllhammer     Vienna
13.30    Vladimir Paperny          Los Angeles   
14.00    Felix Novikov                Rochester
14.30 > 15.00    Dibattito
15.00 > 15.30    Break

Panel 2:  Nationalizing Modernities      
15.30    Ruben Arevshatyan        Yerevan
16.00    Marija Dremaite              Vilnius
16.30    Boris Chukhovich            Montreal
17.00 > 17.30    Dibattito                            

MERCOLEDI' 22 OTTOBRE
Panel 1: From Utopia to Dystopia
13.00    Olga Kazakova              Mosca
13.30    Oleksiy Radynski           Kiev      
14.00    Wolfgang Kil                   Berlino
14.30 > 15.00    Dibattito            
15.00 > 15.30    Break   
 
Panel 2:  Parallel Modernities
15.30    Philipp Meuser                  Berlino
16.00    Dubravka Sekulic             Belgrado
16.30    Yehuda Safran                  New York
17.00 > 17.30    Dibattito

 
Il programma potrà subire integrazioni e modifiche che saranno tempestivamente comunicate.
Gli incontri sono accessibili al pubblico che visita la 14. Mostra in possesso del titolo di ingresso.
Biglietto intero € 25,00 - Ridotto € 22/20 - Studenti / Under 26 € 15,00.
I biglietti sono validi per un ingresso all’Arsenale e uno ai Giardini.
Per tutte le tariffe consultare la sezione Biglietteria >>