Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Teatro (new)

Teatro


ricci/forte (Italia)

Sabato 15 ottobre - ore 13.00
Teatro Fondamenta Nuove
ricci/forte (Italia)
Grimmless

con
Anna Gualdo, Valentina Beotti, Andrea Pizzalis, Giuseppe Sartori, Anna Terio
movimenti Marco Angelilli
assistente regia Elisa Menchicci
regia Stefano Ricci
produzione ricci/forte
con il sostegno di ‘Sviluppo delle attività di teatro e danza in Puglia – Produzione di nuovi spettacoli in prima nazionale’, fra le azioni strutturali del POR FESR 2007/2013 programmate dalla Regione Puglia e affidate al Teatro Pubblico Pugliese
durata 80’         
 
Un mondo in cui le relazioni sono riviste da sms, emoticon e social network, dove la lingua e plasmata in uno slang fra dialetto e finto inglese, mentre l’immaginario e omogeneizzato da loghi e slogan. Cosi ferocemente reale da diventare surreale, onirico. Un mondo senza fiabe, insomma. Grimmless, appunto: un girotondo che si trasforma in rissa, Biancaneve che mira a qualcosa di più di un principe azzurro qualsiasi e il castello di Cenerentola e surclassato dalla nuova villa di Barbie. Il duo ricci/forte – che coi suoi spettacoli ha sconvolto le platee di tutta Italia – torna con uno zapping che fa a pezzi tanti luoghi comuni della società contemporanea, in un post-documentario al vetriolo in cui i comportamenti sono riflessi e rifratti dal cortocircuito più antico del mondo, quello fra fiaba e realtà.
 
 
Biografia
ricci/forte (Italia)
www.ricciforte.com
 
Stefano Ricci e Gianni Forte si incontrano al Teatro Stabile di Palermo alla fine degli anni 90: attori neo-diplomati alla Silvio d’Amico con la passione per la scrittura, non si riconoscono nelle esperienze fatte fino a quel momento. Migrano a New York, dove studiano drammaturgia con Edward Albee. Abbandonano la pratica attoriale per dedicarsi sempre più alla ricerca autoriale, fino a fondare, nel 2007, la compagnia che porta il loro nome. Scrivono di tutto: per il teatro, ma anche cinema e televisione – e forse proprio quest’esperienza dona al duo la capacità di affrontare con una forza originale tante croci e delizie dell’immaginario post-capitalista contemporaneo.

[ Scarica il depliant del Festival in formato PDF ]