fbpx Biennale Arte 2022 | Kyrgyzstan (Repubblica del)
La Biennale di Venezia

Your are here

Kyrgyzstan (Repubblica del)

Gates of Turan



Commissario: Saltanat Abdyldaevna Amanova
Curatore: Janet Rady
Espositori: Firouz Farman Farmaian
Sede: Hydro Space, Giudecca Art District, Giudecca 211/C

Descrizione

Prendendo le mosse dal Padiglione dell’Asia centrale del 2005, la Repubblica del Kyrgyzstan partecipa per la prima volta con un proprio Padiglione presentando l’artista Firouz Farman-Farmaian. L’esposizione è un’indagine sulla sostanza immateriale della memoria, condotta mediante la ripresa di cosmogonie arcaiche in un viaggio che attraversa materiali sacri, semiologie derivate e piani spirituali. L’artista trae ispirazione da ciò che definisce “dislocamento nomade”, il risultato dell’esilio vissuto durante l’infanzia a seguito della rivoluzione islamica iraniana del 1979, che lo ha portato a indagare sul passato tribale del suo clan e, in questo caso, sui vincoli ereditari che lo legano all’Asia centrale, alla cultura kirghiza, ai miti e all’epica associati all’idea di Tūrān.


Condividi su

Biennale Arte
Biennale Arte