fbpx Biennale Teatro 2021 | Al via da lunedì 21 giugno le prevendite degli spettacoli della Biennale Teatro 2021
La Biennale di Venezia

Your are here

Al via da lunedì 21 giugno le prevendite degli spettacoli della Biennale Teatro 2021
Teatro -

Al via da lunedì 21 giugno le prevendite degli spettacoli della Biennale Teatro 2021

I biglietti del 49. Festival Internazionale del Teatro (2 > 11 luglio) saranno acquistabili esclusivamente online.

Biennale Teatro 2021

Al via da lunedì 21 giugno, a partire dalle ore 15, le prevendite del 49. Festival Internazionale del Teatro diretto da Stefano Ricci e Gianni Forte (ricci/forte) e organizzato dalla Biennale di Venezia.
I biglietti degli spettacoli, messi in vendita in numero limitato nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid, saranno acquistabili esclusivamente online sul sito web della Biennale.

 

Il 49. Festival Internazionale del Teatro andrà in scena a Venezia dal 2 all’11 luglio. Un racconto in quattro parti, sviluppato pensando alla Comédie humaine di Balzac e colorato di tutte le sfumature del blue, il Festival di Stefano Ricci e Gianni Forte (ricci/forte) porta in scena “un crossing views dove gli undici spettacoli italiani e stranieri sconfinano oltre le linee di demarcazione, presentandoci opere d’interferenza con una eterogeneità di linguaggi, tecniche, codici e mezzi espressivi in dialogo con le urgenze del presente. Non un solo teatro ma molti teatri possibili. Plurali come l’universo perché il pensiero libero non conosce né dogane né frontiere” (ricci/forte).
Ci sarà il regista polacco Krzysztof Warlikowski, figura emblematica del teatro post comunista e Leone d’Oro alla carriera, che inaugura la Biennale Teatro con la prima italiana di We Are Leaving; Kornél Mundruczó, regista di teatro e di cinema dalle immagini dirompenti (suo il film Pieces of a Woman candidato all’Oscar), a Venezia con la compagnia indipendente Proton Theatre nello spettacolo Hard to be a God in prima per l’Italia; il Leone d’Argento Kae Tempest, performer di spoken word che infiammano le giovani generazioni, come l’ultimo The Book of Traps & Lessons; la star letteraria Édouard Louis, giovane autore di best seller tradotti in tutto il mondo, per la prima volta in scena con un proprio testo autobiografico, Qui a tué mon père, diretto da Thomas Ostermeier; l’originale teatro di Agrupación Señor Serrano e il teatro fisico di Adrienn Hód con la sua compagnia.
E ancora, autori singolari del teatro italiano come Roberto Latini, Danio Manfredini, Francesco Pititto e Maria Federica Maestri di Lenz Fondazione, Filippo Andreatta con il suo Office for a Human Theatre. Infine, il vincitore della quarta edizione della Biennale College Teatro – Registi Under 30, Paolo Costantini, con Uno sguardo estraneo ovvero come la felicità è diventata una pretesa assurda, ispirato a un famoso testo del Premio Nobel Herta Müller, e i neo vincitori del primo College dedicato alla performance site-specific: il collettivo -ness (Rooy Charlie Lana, Giulia Zulian) con On a Solitary Beach e Stellario Di Blasi autore di AB IMIS | iolagemmainnestai.

 

In linea con i protocolli igenico-sanitari previsti per le attività culturali, si raccomanda al pubblico di presentarsi munito di mascherine e con congruo anticipo per raggiungere la sala.
Le sedute consentono il distanziamento. Si ricorda che il biglietto è personale e non cedibile e non è possibile cambiare il posto assegnato.


Condividi su