Web Analytics


la Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia

Arte Architettura Cinema Danza Musica Teatro Archivio Storico
La Biennale di Venezia

57. Esposizione Internazionale d’Arte

Apertura al pubblico dal 13 maggio al 26 novembre 2017, Giardini e Arsenale
57. Esposizione Internazionale d’Arte

I programmi 2017 dei settori dello spettacolo dal vivo

Biennale Danza / Biennale Teatro / Biennale Musica (da giugno a ottobre 2017)
I programmi 2017 dei settori dello spettacolo dal vivo

Calendario

Architettura Ambienti resilienti
Ambienti resilienti
Resilient Environments
Descrizione
Progetti e visioni strategiche dell’architettura, degli interni e del paesaggio resiliente e della sua sostenibilità
I due Laboratori Officina Imperia – Resilient Imperia e PostAzioni Subequane, della Scuola di Architettura AIUC del Politecnico di Milano, propongono e sperimentano un diverso approccio didattico nell’indagare il progetto e la visione strategica dell’architettura, dell’architettura degli interni e del paesaggio resiliente e della sua sostenibilità attraverso la riabilitazione urbana, sociale ed economica degli edifici esistenti e dello spazio.
 
L’idea consiste nello sperimentare il progetto di architettura e le relative strategie urbane, infrastrutturali e di rigenerazione economica in due differenti casi studio - un insieme di costruzioni e di spazi aperti abbandonati nella città di Imperia in Liguria; e una serie di stazioni impresenziate e di infrastrutture sottoutilizzate con annessi corridoi verdi lungo la ferrovia Sulmona-L’Aquila in Abruzzo. Questo Hub di progettazione estesa lavora su scale differenti e tuttavia fortemente correlate: dalla grande visione delle trasformazioni territoriali necessarie a interventi più piccoli, site specific, quasi di agopuntura, anche incoraggiando un approccio che insegna ai futuri architetti a operare come pensatori strategici tra vari campi operativi, stakeholders, differenti esperti e amministratori locali, in grado di ri-immaginare scenari futuri attraverso l’integrazione tra interventi di grande e piccola scala.
 
L’Hub di progettazione è in linea con il quadro strategico del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DASTU) che persegue e pratica il progetto di architettura come processo intelligente per la riabilitazione ambientale ed economica di grandi territori e delle relative comunità attraverso il riuso adattativo del paesaggio e del patrimonio architettonico esistente in ambienti sostenibili e resilienti. Inoltre, i due laboratori operativi, sono anche parte di estese partnership che includono istituzioni universitarie internazionali, enti governativi, diversi operatori e comunità locali e stakeholders, come nella tradizione della Ricerca-azione del DASTU, e in linea con i modelli di insegnamento basati sulla pratica di imparare, insegnare, ricercare integrati perseguita dal partner internazionale RMIT Università-Scuola di Architettura e Design.
 
Nello specifico, i progetti di Imperia sono principalmente focalizzati lungo le aree di costa della città, con l’obiettivo di riutilizzare, ri-vegetare e riprogrammare aree industriali e infrastrutturali in disuso (incluso il corridoio della linea ferroviaria dismesso), spazi aperti e abbandonati; i progetti lungo la linea ferroviaria Sulmona-L’Aquila hanno come obiettivo la rigenerazione delle stazioni impresenziate e delle infrastrutture viarie localizzate nella valle Subequana, indagando strategie inclini alla riabilitazione dei contesti ambientali, architettonici, sociali ed economici esistenti.

• Ingresso con biglietto della 15. Mostra Internazionale di Architettura
Biglietteria >>

 Ricerca in corso ... Attendere