La Biennale di Venezia

Your are here

Palazzo del Cinema


LUNGOMARE MARCONI,  30126
LIDO DI VENEZIA
TEL  0415218711
info@labiennale.org


Il Palazzo del Cinema al Lido di Venezia è la sede principale della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Costruito a tempo di record secondo le tendenze moderniste dell'epoca, venne inaugurato il 10 agosto 1937 per la quinta edizione della Mostra. Rispetto al retorico monumentalismo del vicino Casinò, il Palazzo del Cinema, composto da una Hall e da una sala cinematografica di circa 1000 posti denominata Sala Grande, è una sintesi dei modelli razionalisti. Dell’originario edificio sono visibili oggi i due lati arrotondati e i prospetti laterali.

GLI AMPLIAMENTI E I RESTAURI

Con il crescente successo della Mostra, che già all’inizio degli anni ’50 già registrava un’affluenza di più di centomila spettatori, si impone la necessità di un ampliamento dell’ edificio. Il compito fu affidato all’Ing. Luigi Quagliata che elaborò un ambizioso progetto che prevedeva un altezza di cinque piani e sale cinematografiche per una capienza di 5000 posti.  La Sala Grande veniva ampliata a 2300 posti, previste inoltre  una Arena scoperta, spazi per  uffici e servizi e un roof garden sul tetto dell’edificio con vista panoramica su Venezia e il Lido. Di questo ambizioso progetto, per carenza di fondi, furono realizzati nel 1952 solo l’Arena scoperta e un volume addossato al prospetto principale dell’edificio del ’37 denominato Avancorpo  con l’obiettivo di ampliare il Foyer della Sala Grande e di creare un area per uffici e servizi. Il Foyer fu  successivamente ridotto con la realizzazione della Sala Volpi e di altri spazi ad uso uffici e biglietteria.

Tra il 2012 e il 2015 si sono quindi realizzati interventi di ristrutturazione del Palazzo del Cinema tra cui  la riconfigurazione  del Foyer dell'Avancorpo riportato alle dimensioni originarie  riportato con la demolizione della Sala Volpi;  La realizzazione di nuovi ampi accessi sui lati dell’Avancorpo al fine di creare una maggiore correlazione tra gli spazi della Mostra del Cinema (Palazzo del Cinema, Avancorpo e Sala Darsena), l'area urbana circostante, il Palazzo dell’ex Casinò. Le aree esterne durante la Mostra del Cinema sono utilizzate per allestire la  Cittadella del cinema che offre strutture e servizi di accoglienza al pubblico. In questa sono state fase sono state riqualificate le due salette cinematografiche Zorzi e Pasinetti e gli spazi di servizio posti al piano interrato della parte storica del Palazzo del '37 e realizzato un accesso indipendente dal Foyer dell’Avancorpo.

Sono iniziati nel 2016 e in corso di attuazione interventi a cura del Comune di Venezia per la sistemazione complessiva dell’area fronte il Palazzo del Casinò e il Palazzo del Cinema. In tale contesto è prevista la riqualificazione dell’area di accesso al Palazzo del Cinema con la realizzazione di una passerella permanente  (tappeto rosso destinato alla sfilata degli attori e alle delegazioni dei film ). La Biennale sta proseguendo invece nel programma di riqualificazione della piazzetta sul lato di Via Candia al fine di ottenere un accesso secondario adeguato ad accogliere il pubblico e le delegazioni in uscita dal Palazzo del Cinema.

SALA GRANDE
 

La storica Sala Grande - qui si svolgono le proiezioni principali della Mostra e le premiazioni – è stata oggetto di varie trasformazioni la prima negli anni ’50, l’altra nel 1995 e l’ultima nel 2011 con un radicale restauro degli interni e l’inserimento di tutte le tecnologie adeguate agli standard visivi e sonoro delle proiezioni della Mostra del Cinema. Il restyling della Sale Grande ha preso a modello gli elementi formali del ’37 riletti in chiave contemporanea tra tutti l’inserimento della boiserie in legno lungo le pareti e nuove sedute, portate da 1019 a 1032, con poltrone ispirate a quella originale disegnata da Luigi Quagliata con  trama di tessuto realizzato appositamente. Estrema cura si è avuta per il sistema di illuminazione e soprattutto al miglioramento acustico della Sala la cui forma trapezoidale, scelta per favorire la resa acustica dei sistemi sonori dell’ epoca, era inadeguata agli attuali sistemi di diffusione sonora.

SALA DARSENA
 

L’attuale Sala Darsena, ex Pala Galileo, è realizzata sulla base dall’Arena all’aperto costruita nelle fasi di ampliamento degli anni ’50 in adiacenza del Palazzo del Cinema. All’epoca della sua realizzazione offriva la possibilità ad oltre 1500 persone di assistere alle proiezioni serali durante la Mostra del Cinema. La struttura di copertura in legno lamellare è stata realizzata in poco più di 3 mesi nel 1991 su progetto dell’architetto Enrico Valeriani e doveva essere una soluzione provvisoria in attesa di un intervento di ristrutturazione più radicale. Nel 2014 la Sala Darsena è stata oggetto  a cura della Biennale di una significativa riqualificazione con l’obiettivo di avere una struttura di pari livello della Sala Grande. Sono stati quindi rifatti gli interni e le dotazioni tecnologiche e creato un foyer per accogliere il pubblico.

Le pareti della Sala sono state ridisegnate con vele tecniche di forme diverse realizzate in tessuto ad alto assorbimento acustico per garantire le massime prestazioni sonora. La gradonata esistente è stata ampliata al fine di poter collocare nuove sedute di dimensioni atte ad assicurare il confort degli spettatori e di ampliare la capienza fino a 1409 posti a sedere.  Sono state introdotte  le ultime teconologie della proiezione e dell’audio e realizzata la nuova cabina di proiezione con spazi per la regia, il controllo audio e la traduzione simultanea. Un Foyer d’ingresso è stato realizzato sul lato verso il Casinò con una struttura di legno e vetro e realizzato un nuovo sistema di accessi con scale, rampe e aree a verde integrato nello spazio urbano circostante.

SALA ZORZI

48 posti

SALA PASINETTI
 

119 posti

Palazzo del Cinema

LUNGOMARE MARCONI,  30126
LIDO DI VENEZIA
TEL  0415218711
info@labiennale.org

Vedi su Google Maps

Condividi su