Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Visual Entry Page Architettura (new)

Architettura


Città. Architettura e società

10. Mostra Internazionale di Architettura
Direttore: Richard BURDETT
12 settembre – 7 novembre 2006
Sedi:Arsenale, Giardini. Sezione collaterale a Palermo
Direttore indicato dal Presidente Davide Croff
 
Dedicata a Città. Architettura e società, questa decima edizione è focalizzata sulle tematiche che le cosiddette “città globali”, quelle con una popolazione superiore ai tre o quattro milioni di abitanti in continuo aumento, affrontano: dai problemi dell'emigrazione alle incognite della crescita, dall'evoluzione della mobilità alla ricerca dello sviluppo sostenibile. La Mostra analizza così tematiche cruciali della società contemporanea, approfondendo l'interazione tra città, architettura e abitanti. In particolare, viene esaminato il ruolo degli architetti e dell'architettura nella realizzazione di contesti urbani democratici e sostenibili, e i loro collegamenti con la politica degli interventi, le azioni di governo e la coesione sociale.

La mostra presentaalle Corderie dell'Arsenale - attraverso proiezioni di filmati inediti su grandi schermi, fotografie, grafici elaborati tridimensionalmente - un allestimento con le esperienze urbane di 16 grandi città nei quattro continenti del pianeta: Shanghai, Mumbai e Tokyo in Asia; Caracas, Città del Messico, Bogotá, San Paolo, Los Angeles e New York nelle Americhe; Johannesburg, Il Cairo e Istanbul in Africa e nell'area del Mediterraneo; città europee come Londra, Barcellona, Berlino e Milano-Torino. Nel Padiglione Italia ai Giardini, la complessa visione dell'intervento urbano viene analizzata dai progetti di 12 istituti di ricerca internazionali. Portando a Venezia la vita quotidiana delle metropoli di tutto il mondo, invitando istituti di ricerca internazionali a condividere le loro attività, la decima Mostra propone, alla sua conclusione, un manifesto per le città del ventunesimo secolo, dedicato al potenziale contributo delle megalopoli a un mondo più sostenibile, democratico ed equo.

La decima Biennale presenta inoltre due sezioni collaterali di progetti focalizzate sul Sud italiano, che accompagnano l'esposizione internazionale: Città di Pietra a cura di Claudio D'Amato Guerrieri allestita a Venezia alle Artiglierie dell'Arsenale e Città - Porto, a cura di Rinio Bruttomesso, allestita a Palermo in tre sedi con quattro mostre.
 
Leone d’Oro alla carriera: Richard Rogers
Leone d’Oro per le città: Bogotá, Colombia
Leone d’Oro per la migliore partecipazione nazionale: Danimarca (“CO-EVOLUTION”, collaborazione Danese/Cinese sullo sviluppo urbano sostenibile in Cina)
Leone d’Oro per i progetti urbani: Javier Sanchez/Higuera + Sanchez per il progetto di edilizia abitativa “Brazil 44” a Città del Messico
Premio speciale per le scuole di architettura: I Facoltà di Architettura Politecnico di Torino per un progetto su Mumbai
Menzioni per tre mostre di notevole valore: Padiglione Giapponese, Padiglione Islandese, Padiglione dell’ex Repubblica Jugoslava di Macedonia
Sette Leoni di Pietra,Città di Pietra - Sezione nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei:Bari, capogruppo arch. Adolfo Natalini; Crotone, capogruppo arch. Carlo Moccia; Pantelleria, capogruppo arch. Gabriella Giuntoli; Bari, capogruppo arch. Guido Canella; Bari, capogruppo arch. Antonio Riondino; Bari, capogruppo arch. Vitangelo Ardito; Pantelleria, capogruppo arch. Marino Narpozzi
Premio di Architettura Portus, Città – Porto - Sezione nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei: “Il parco della Blanda” della Regione Basilicata. Area di progetto: Maratea, Piana di Castrocucco (Potenza). Progettista: Gustavo Matassa, con Vincenzo De Biase, Silvia Marano, Rosa Nave
Premio Manfredo Tafuri, assegnato dal Padiglione Italiano: Vittorio Gregotti
Premio Giancarlo De Carlo, assegnato dal Padiglione Italiano: Andrea Stipa
Premio Ernesto Nathan Rogers, assegnato dal Padiglione Italiano: Luca Molinari