Chiudi

la Biennale di Venezia
Visual Entry Page Architettura (new)

Architettura

Progetto Venezia

3. Mostra Internazionale di Architettura
Direttore: Aldo ROSSI
20 luglio – 29 settembre 1985
Sede: Padiglione Italia ai Giardini
Direttore indicato dal Presidente Paolo Portoghesi
 
La terza edizione della Biennale di Architettura si tiene tre anni dopo la seconda, ed è diretta da Aldo Rossi (nel frattempo Portoghesi è diventato Presidente della Biennale). Nel titolo, Progetto Venezia, si riassumono i due concetti chiave della mostra: la priorità data al momento progettuale e il confronto con il contesto veneziano. Aldo Rossi invita architetti già affermati, ma anche giovani meno famosi, a presentare idee e progetti innovativi per la riqualificazione o la trasformazione di specifiche zone della città lagunare e del suo entroterra. Viene nominata una giuria internazionale che ha il compito di selezionare le proposte migliori.

In una città famosa per il suo carattere antimoderno, in cui risulta difficile creare nuovi episodi architettonici, la sfida e l’opportunità di reinventare spazi urbani offerta da Progetto Venezia riceve un altissimo numero di adesioni. Sono circa 1.500 i partecipanti da tutto il mondo. Oltre che su alcune aree di Venezia, viene proposto ai partecipanti anche di confrontarsi su alcune zone del Veneto e del Friuli. La proposta di Peter Eisenman di rielaborare la storia e la leggenda di Romeo e Giulietta, e l’intervento di Libeskind per Palmanova, sono alcune delle idee più interessanti che questa Biennale rende possibile.

Il tema che però attira maggiormente l’interesse degli architetti è la proposta di riprogettare il ponte dell’Accademia sul Canal Grande. Le soluzioni spaziano da quelle che si ricollegano alle radici artistiche veneziane, come quelle suggerite da Venturi/Rauch/Scott-Brown, a quelle che innestano innovativi momenti architettonici, come nelle proposte di Franco Purini e Costantino Dardi.

La diversità dei punti di vista raccolti al Padiglione Italia ai Giardini, la larga partecipazione giovanile e in generale energie mobilitate dalla terza Biennale di Architettura, testimoniano il livello di qualità ormai raggiunto dal Settore e dalle sue mostre.

Leoni di pietra per i vincitori di Progetto Venezia:
Robert Venturi, Manuel Pascal Schupp, COPRAT, Franco Purini (Ponte dell’Accademia)
Raimund Abraham, Raimund Fein, Peter Nigst, Giangiacomo D’Ardia (Ca’ Venier dei Leoni)
Alberto Ferlenga (Piazza di Este)
Daniel Liebeskind (Piazza di Palmanova)
Laura Foster Nicholson (Villa Farsetti a Santa Maria di Sala)
Maria Grazia Sironi e Peter Eisenman (Castelli di Giulietta e Romeo a Montecchio Maggiore)