La Biennale di Venezia

Your are here

Biennale Musica 2017

Dai Fujikura

Leone d'argento per l'innovazione

Cerimonia di consegna

Sabato 7 ottobre 2017

Teatro alle Tese - ore 20.00

Dai Fujikura

Il Leone d’argento per l’innovazione musicale è stato assegnato a Dai Fujikura.

Dai Fujikura è un compositore giapponese attualmente residente in Gran Bretagna, che si è distinto in questi anni per un catalogo molto vasto di opere che rivelano una straordinaria capacità di coniugare culture cosi lontane come quella orientale d’origine e quella occidentale d’acquisizione.

I suoi lavori rivelano un senso della forma che in genere appartiene ai maestri di generazioni più avanzate e un’inventiva nel trovare soluzioni inedite nell’utilizzo dello strumento, sia esso solista che grande orchestra, così rare da far pensare a lui non più come una promessa, ma come già un’importante realtà nella musica del nostro tempo.

Note biografiche

Nato a Osaka nel 1977, Dai Fujikura vive da più di 20 anni nel Regno Unito, dove ha studiato composizione con Edwin Roxburgh, Daryl Runswick e George Benjamin. Negli ultimi dieci anni ha vinto numerosi premi, fra i quali: Huddersfield Festival Young Composers Award, il premio della Royal Philharmonic Society, il premio Internazionale di composizione di Vienna e il premio Paul Hindemith, i premi Otaka e Akutagawa.

La sua musica è eseguita non soltanto nel suo paese natale e in quello di adozione, ma in luoghi geograficamente lontani quali Caracas e Oslo, Venezia e Schleswig-Holstein, Lucerna e Parigi. A Londra ha ricevuto due commissioni da BBC Proms; il suo Double Bass Concerto è stato eseguito in prima mondiale dalla London Sinfonietta e nel 2013 la BBC Symphony Orchestra ha presentato la prima esecuzione mondiale di Atom. Anche in Francia gli hanno commissionato numerose opere, fra i quali la sua prima opera lirica – una collaborazione artistica con Saburo Teshigawara co-prodotta dal Theatre des Champs Elysées, Losanna e Lille. In Germania Tocar y luchar, eseguito in prima mondiale in Venezuela da Gustavo Dudamel e Simòn Bolìvar Youth Orchestra, è stato presentato nella sua prima esecuzione europea al Festival Ultraschall di Berlino. Una successiva commissione tedesca, Grasping, per il Münchener Kammerorchester, è stata eseguita in prima mondiale in Corea prima di ritornare a Monaco. In Svizzera la sua musica è stata presentata al Lucerne Festival, in Austria al Festival di Salisburgo e in Norvegia al Punkt Festival. Nel 2013 riceve una commissione dalla Oslo Sinfonietta.

Ha lavorato con molti direttori fra i quali Pierre Boulez, Peter Eötvös, Jonathan Nott, Gustavo Dudamel, Kazuki Yamada e Alexander Liebreich. Ha collaborato anche con il mondo sperimentale dell’improvvisazione pop e del jazz sperimentale: Ryuichi Sakamoto, David Sylvian, Jan Bang.

Il primo disco interamente dedicato alla sua musica, Secret Forest, è stato pubblicato da NMC nel 2012 e nel 2013 Commons ha pubblicato Mirrors con quattro dei suoi lavori orchestrali; Kairos ha invece incluso nell’album Ice alcune sue composizioni da camera con elettronica. Sotto l’etichetta di Minabel, fondata dallo stesso Fujikura, sono stati prodotti 6 album-ritratto, 2 dei quali in collaborazione con Sony Japan.

La musica di Dai Fujikura è pubblicata da G. Ricordi & Co, Berlino – una divisione di Universal Music Publishing Classical.

Biennale Musica
Biennale Musica