La Biennale di Venezia

Your are here

Biennale Musica 2018

Sebastian Rivas

Leone d’argento

Cerimonia di consegna

Sabato 6 ottobre 2018, ore 20.00
Teatro Goldoni

Sebastian Rivas

Sebastian Rivas verrà premiato con il Leone d’Argento al 62. Festival Internazionale di Musica Contemporanea il 6 ottobre: la sera stessa andrà in scena Aliados, “opera del nostro tempo”, come recita il sottotitolo, incentrata sui personaggi storici di Margaret Thatcher e Augusto Pinochet.

“Argentino di nascita e francese di adozione, Sebastian Rivas coniuga nella sua musica il ‘duende’ ispano-americano con l’approccio sistematico della contemporaneità occidentale esprimendo una vocazione del pensiero a tessere le trame sempre rinnovate dell’inquietudine. Il talento musicale straripante abbinato alle istanze più illuminate dell’impegno sociale ne fanno uno dei protagonisti più interessanti e innovativi della giovane musica del nostro tempo” (dalla motivazione).

Note biografiche

Compositore franco-argentino e “sound-artist”, Sebastian Rivas (1975, Châtenay-Malabry - Francia) ha iniziato i suoi studi musicali suonando il sassofono, orientato dapprima al rock, al jazz e all’improvvisazione. Ha studiato Composizione alla Facoltà di Musica della Universidad Catolica de Buenos Aires con Gerardo Gandini fra altri, e a Parigi, vincendo il primo premio in Analisi musicale al Conservatorio di Boulogne-Billancourt, e conseguendo il diploma in composizione con Sergio Ortega. Si è laureato con lode nel 2003 al Corso di composizione del Conservatorio di Strasburgo. Ha partecipato a vari workshop (Royaumont, Acanthes, Ictus, Darmstadt) grazie a borse di studio, lavorando con Klaus Huber, Jonathan Harvey, Philippe Manoury, Toshio Hokosawa, Brian Ferneyhough, Michael Jarrell, François Paris. Nel 2003, 2004 e 2008 è selezionato dall’IRCAM/Ensemble Intercontemporain International Reading Panel, per il Tremplin e per il corso annuale di composizione e musica informatica. È stato selezionato dalla International Society for Contemporary Music (ISCM) nel 2004. Ha vinto il prestigioso Prix Italia 2012 per l’opera radiofonica La nuit hallucinée, prodotta da Radio France. È stato borsista per la Composizione all’Accademia di Francia, Villa Medici, a Roma dal 2013 al 2015. Esodo infinito per orchestra è stato annoverato fra i brani consigliati dal 63° International Rostrum of Composers 2016/Unesco. È docente di Composizione e Musica Elettroacustica dal 2004. Collabora con altre discipline, come danza, teatro e video.

Biennale Musica
Biennale Musica