la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Teatro (new)

Teatro


Sette Peccati

10 > 15 ottobre ore 9.00 > 16.00
Teatro La Fenice (Sale Apollinee e Sala Rossi), Ateneo Veneto (Aula Magna e Biblioteca), Conservatorio B. Marcello (Sala Concerti e Sala Prove), Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti (Sala del Portego)
Sette peccati
7 laboratori con Thomas Ostermeier, Romeo Castellucci, Jan Lauwers, Rodrigo García, Ricardo Bartís, Calixto Bieito, Jan Fabre con realizzazione di 7 spettacoli brevi sul tema: I sette peccati capitali contemporanei

Domenica 16 ottobre ore 11.00 > 22.00 [ Visualizza la mappa con le sedi dei 7 spettacoli, orari e info pratiche ]
Teatro la Fenice (Sale Apollinee e Sala Rossi), Ateneo Veneto (Aula Magna e Biblioteca), Conservatorio B. Marcello (Sala Concerti e Sala Prove), Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti (Sala del Portego)
Sette peccati
Percorso in 7 spettacoli brevi:
Teatro La Fenice, Sale Apollinee – Romeo Castellucci: Attore, il tuo nome non è esatto
Teatro La Fenice, Sala Rossi – Calixto Bieito: Envidia
Ateneo Veneto, Aula Magna – Jan Fabre: The Holy Gangster
Ateneo Veneto, Biblioteca – Ricardo Bartís: Burocracia, Brazo armado de la política o Maquinaria Idiota
Conservatorio B. Marcello, Sala Concerti – Jan Lauwers: The Slow Lie
Conservatorio B. Marcello, Sala Prove – Rodrigo García: Desconocer nuestra propia naturaleza
Istituto Veneto, Sala del Portego – Thomas Ostermeier: Death in Venice
 
 
Il 41. Festival Internazionale del Teatro ha preso le mosse proprio da qui, dall’idea del direttore Àlex Rigola di chiamare sette artisti che rappresentano le esperienze più forti e poeticamente estreme della scena internazionale e di chiedergli di lavorare a una visione personale e contemporanea dei sette peccati capitali. A Venezia sono arrivati Ricardo Bartís, Calixto Bieito, Romeo Castellucci, Jan Fabre, Rodrigo García, Jan Lauwers, Thomas Ostermeier, personalità dalla cifra artistica inconfondibile, molto diverse fra loro, ma che hanno tutte ripensato in termini radicali il modo di fare teatro, trovando un linguaggio nuovo e originale. Raramente capita di veder affiancati registi di questo calibro attorno a un unico progetto, nello sforzo comune di formulare ed elaborare nuove ipotesi di interpretazione della contemporaneità.
 
Un nucleo di workshop, che ha preso forma nel Laboratorio Internazionale delle Arti Sceniche, si è svolto a Venezia da ottobre 2010 a marzo 2011, sotto la guida di questi sette Maestri, costituendo il primo tempo del progetto. Gli stessi registi affronteranno, con una selezione di attori scelti dal gruppo precedente, una seconda fase laboratoriale che si svolgerà sempre a Venezia, dal 10 al 16 ottobre, nella settimana del 41. Festival Internazionale del Teatro. Il risultato finale, programmato nell’ultimo giorno del Festival, sarà un percorso di sette brevi spettacoli che, in una sorta di drammaturgia dello spazio, si snoderanno in altrettanti luoghi della città: dal Teatro La Fenice (Sale Apollinee e Sala Rossi) all’Ateneo Veneto (Aula Magna e Biblioteca) fino al Conservatorio Benedetto Marcello (Sala Concerti e Sala Prove) e all’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti (Sala del Portego). I brani di spettacolo che sortiranno da questa ricerca andranno a comporre una tavolozza di tensioni espressive, un caleidoscopio di visioni e di immagini, di sguardi e di suggestioni sul nostro presente.

[ Scarica il depliant del Festival in formato PDF ]