La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Yasujirō Ozu - Ochazuke no aji (Il sapore del riso al tè verde)



Giappone (1952) / 115’
lingua Giapponese
cast Shin Saburi, 
Michiyo Kogure, 
Koji Tsuruta, Chishu Ryu, Chikage Awajiima, Keiko Tsujima
sceneggiatura Kogo Noda, 
Yasujiro Ozu

fotografiaYuharu Atsuta
montaggio Yoshiyasu Hamamura
scenografia Tatsuo Hamada
musica Ichiro Saito
suono Yoshisaburo Senoo
restauro a cura di Shochiku Co. Ltd.
laboratorio Imagica

 

SINOSSI

Taeko, una donna di raffinata estrazione sociale, sposa Mokichi, cresciuto in campagna, su indicazione del padre. Da molti anni vive con il marito senza alcun trasporto, mentre cresce in lei la noia di pari passi con l’aumento del benessere del suo vicinato. Si sente sola, nonostante sia sposata, e si sente il cuore appesantito dalla monotonia. Anche se Mokichi non lo dimostra, prova in segreto gli stessi sentimenti di Taeko. La loro sottile discordia emotiva raggiunge il culmine quando si parla del matrimonio di Setsuko, la nipote di Taeko. Mokichi appoggia la ragazza nel rifiuto di un matrimonio combinato dalla famiglia della moglie e questo accresce la distanza tra la coppia. Il marito si prepara a una missione di lavoro e per un contrattempo non riesce ad avvertire la moglie che, sapendolo lontano, capisce le ragioni profonde del suo amore a dispetto delle convenzioni sociali.

NOTA CRITICA

Dopo il film Bakushu, Ozu cambia obiettivo per ritrarre la natura dell’amore di una coppia sposata di mezza età. Al gusto più maturo, si aggiunge un approccio spensierato, con un tocco oltremodo comico che ricorda un altro famoso film del regista giapponese, Shukujo wa nani o wasureta ka. Come dice il titolo, la gioia domestica si rivela nel gusto del tè verde sul riso, che viene assaporato da una moglie e un marito di una certa età, il cui rapporto è in pericolo a causa delle loro diverse estrazioni e personalità.

Sala Casinò

LUNGOMARE MARCONI 1861, 30126
LIDO DI VENEZIA
TEL  0415218711
info@labiennale.org

Scopri la sede


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema