la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Teatro (new)

Teatro


40. Festival Internazionale del Teatro

Mediterraneo

20 febbraio > 8 marzo 2009

Argelino servidor de dos amos

Teatro Toniolo (Mestre)
venerdì 20, sabato 21 febbraio ore 20.30
 
Argelino servidor de dos amos (Spagna) [prima italiana]
da Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni
drammaturgia Alberto San Juan
adattamento Andrés Lima, Alberto San Juan
regia Andrés Lima
con Elisabet Gelabert (Clarisa), Javier Gutiérrez (Argelino), Alberto Jiménez (Pantalone), Virginia Nölting (Beatriz), Daniel Moreno (Silvio), Nerea Moreno (Florindo), Pepa Zaragoza (Esmeraldina)
scene e costumi Beatriz San Juan
luci Dominique Borrini
montaggio musicale Guillermo Bautista
produzione Animalario, Teatro de La Abadìa
spettacolo in lingua spagnola e araba con sopratitoli in italiano
 
Il naufragio di una barca di legno sulle coste dell’Italia meridionale, dopo una notte in balia delle onde burrascose del Mediterraneo, dà inizio a questa libera versione di Argelino servidor de dos amos (Arlecchino servitore di due padroni) messo in scena dal Teatro de la Abadîa di Madrid per la regia di Andrés Lima. E subito la commedia assume i toni della tragedia, nella radicalizzazione che Alberto San Juan opera sull’archetipo goldoniano.
 
Trasportata dal XVIII al XXI secolo, la vicenda del campagnolo che arriva in città e si ingegna a sbarcare il lunario offrendosi servitore a due padroni si trasforma in quella dell’immigrato magrebino che sbarca fortunosamente in Europa - di cui è ricca la nostra triste cronaca - e deve affrontare la realtà crudele del clandestino, privato dei documenti, vittima di ogni sopruso e dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo in una lotta senza esclusione di colpi per la sopravvivenza.
 
Se il parallelismo con il precedente di Goldoni è evidente, la “commedia dell’arte contemporanea” allestita da Alberto San Juan e Andrés Lima porta alle estreme conseguenze ogni conflitto che il commediografo veneziano adombrava: quello fra servo e padrone, quello fra uomo e donna, ma anche quello fra uomo e uomo. È la sopraffazione il criterio che regola il consorzio umano, oggi come allora. E se la coppia di autori non tralascia di ricreare i lazzi dell’illustre modello, in un crescendo vertiginoso di gag esilaranti, Argelino servidor de dos amos si trasforma in una satira feroce.
 
Attore di teatro, cinema e televisione, Alberto San Juan proviene dalle file della compagnia Animalario di cui Andrés Lima è regista di tutti gli spettacoli. Fra le formazioni teatrali più importanti della scena contemporanea spagnola, Animalario ha raccolto il testimone di compagnie storiche come Els Joglars, Teatre Llure, Corsaro e Comediants.