La Biennale di Venezia

Your are here

Giappone

Architectural Ethnography


  • MAR - DOM
    10.00 - 18.00
  • Giardini
  • Ingresso con biglietto

Commissario: The Japan Foundation

Curatori: Momoyo Kaijima with Laurent Stalder e Yu Iseki

Espositori: Oswald Adande; Akihito Aoi, NPO Fukushima Housing and Community Design Network, Team Fukushima Atlas; ArchiAid Oshika Peninsula Supporting Seminar; ASSEMBLE with Marie Jacotey; Piotr Bujas, Łukasz Stanek, Alicja Gzowska, Aleksandra Kędziorek; BUREAU A, Burø; Emanuel Christ and Christoph Gantenbein / ETH Zurich; Marie Combette, Thomas Batzenschlager, Clémence Pybaro; Constructlab; Crimson Architectural Historians with
Hugo Corbett; Drawing Architecture Studio; Niklas Fanelsa, Marius Helten, Björn Martenson, Leonard Wertgen; Adam Frampton, Jonathan D. Solomon, Clara Wong; Fernando García-Huidobro, Diego Torres, Nicolás Tugas; Gede Kresna; Florian Goldmann; GSA Unit 14 / University of Johannesburg; Hajime Ishikawa Laboratory / Keio University SFC; Ismael Sheikh Hassan / KU Leuven; Dirk E. Hebel, Melakeselam Moges,
Zara Gray, with Something Fantastic; Interboro Partners; Andrew L. Jenner with John Braben; Éva Le Roi; MAP Office; Titus Matiyane; Yukio Miyashita; Joseph Myerscough with Sarah Mills / Leeds Beckett University; Rekiseikai (Team Asphalt), NAKATANI Seminar; Jan Rothuizen, Martijn van Tol, Dirk-Jan Visser, Aart Jan van der Linden; Rural Urban Framework and Sony Devabhaktuni / The University of Hong Kong; Junko Sanada; Dubravka Sekulić; Studio Tom Emerson / ETH Zurich; Do Ho Suh; Yukiko Suto; Juan Carlos Tello; tomito architecture; David Trottin, Jean-Christophe Masson, Franck Tallon; Urban Risk Lab / MIT, Hiraoka Lab / Miyagi University, MISTI Japan / MIT, Reischauer Institute / Harvard University; Lys Villalba; Who Builds Your Architecture?; YAMAGUCHI Akira.

Descrizione

Il processo di modernizzazione che ha investito il Paese nel ventesimo secolo ha trasformato profondamente la società giapponese, portando da un lato ricchezza economica e benessere sociale; dall’altro, ha introdotto una crescente specializzazione e ulteriori divisioni all’interno della società. Negli ultimi anni questa evoluzione è stata progressivamente messa in discussione dagli architetti. Il disegno architettonico – lo strumento tradizionale per concettualizzare, organizzare e costruire lo spazio – ha avuto in tal senso un ruolo particolare. Oltre a essere semplice istruzione per la costruzione di un edificio, costituisce anche uno strumento ideale per documentare, discutere e valutare l’architettura. In un’ottica etnografica, permette di studiare usi, bisogni e aspirazioni attraverso gli occhi di attori diversi, umani e non. Rappresenta inoltre la base per formulare un approccio unitario alla progettazione di ambienti personalizzati ma condivisi nella società globalizzata dei nostri giorni. La mostra è finalizzata quindi a proporre l’“etnografia architettonica” come nuova metodologia di impegno nei confronti della società.


Condividi su

Biennale Architettura
Biennale Architettura