fbpx Biennale Cinema 2022 | Bardo, falsa crónica de unas cuantas verdades
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Bardo, falsa crónica de unas cuantas verdades

Venezia 79 Concorso

Regia:
Alejandro G. Iñárritu
Produzione:
M Productions, Redrum
Durata:
174’
Lingua:
Spagnolo, Inglese
Paesi:
Messico
Interpreti:
Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio
Sceneggiatura:
Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone
Fotografia:
Darius Khondjii
Montaggio:
Alejandro G. Iñárritu, Mónica Salazar
Scenografia:
Eugenio Caballero
Costumi:
Anna Terrazas
Musica:
Bryce Dessner, Alejandro G. Iñárritu
Suono:
Nicolas Becker, Martin Hernandez

Sinossi

BARDO, Falsa crónica de unas cuantas verdades è un’esperienza immersiva epica e visivamente straordinaria, ambientata durante l’intimo e commovente viaggio di Silverio, un noto giornalista e documentarista messicano che vive a Los Angeles. L’uomo, dopo aver ricevuto un prestigioso riconoscimento internazionale, è costretto a tornare nel suo paese natale, ignaro che questo semplice viaggio lo spingerà verso una profonda crisi esistenziale. La follia dei suoi ricordi e delle sue paure riesce a perforare il presente, riempiendo i suoi giorni di un senso di sconcerto e stupore. Tra emozioni e abbondanti risate, Silverio lotta per trovare risposte a domande universali eppure intime, riguardanti la propria identità, il successo, la fragilità della vita, la storia del Messico e i profondi legami sentimentali che condivide con la moglie e i figli. In breve, cosa significa essere umani in questi tempi molto particolari.

Commento del regista

Alcuni anni fa, mi sono accorto all’improvviso che la strada davanti a me era molto più breve di quella che avevo già percorso. Inevitabilmente, ho incominciato a esplorarla a ritroso e nel profondo, ma entrambi i sentieri sono ingannevoli e labirintici. Il tempo e lo spazio si intrecciano, e la narrazione che costituisce ‘la nostra vita’ non è molto più di un falso miraggio, composto da fatti percepiti in modo soggettivo dal nostro imperfetto sistema nervoso.
La memoria non è veritiera, possiede soltanto convinzioni derivate dalle emozioni. È quindi la verità dell’emozione che io voglio ricercare, nell’enorme baule pieno di chimere che mi porto dietro.
Avviso in anticipo: non ho trovato alcuna verità assoluta, ho solo percorso un viaggio tra realtà e immaginazione. Un sogno.
I sogni, come il cinema, sono reali ma non veri, e in entrambi il tempo è liquido.
BARDO è il racconto di un viaggio tra quelle due illusioni dai confini indecifrabili.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: M Productions
9171 Wilshire Blvd, 300
CA 90210 – Beverly Hills, United States of America

PRODUZIONE 2: Redrum
Callejón del Aguacate N.32, Barrio de Santa Catarina Coyoacán
04010 CDMX – Mexico City, Mexico

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Netflix
cmason@netflix.com

DISTRIBUZIONE ITALIANA: Netflix
cmason@netflix.com

UFFICIO STAMPA: Melody Monfreda, Joely Cook, Emily Salkin – DDA
bardo@ddapr.com

UFFICIO STAMPA ITALIANA: Benedetta Lucherini, Daniele Massironi, Gianluca Pignatelli
benny@studiolucherinipignatelli.it
daniele@studiolucherinipignatelli.it
gianluca@studiolucherinipignatelli.it


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema