fbpx Biennale Cinema 2017 | Venice Gap-Financing Market, i progetti selezionati
La Biennale di Venezia

Your are here

Venice Gap-Financing Market, i progetti selezionati
Cinema -

Venice Gap-Financing Market, i progetti selezionati

Nell’ambito del Venice Production Bridge, dall'1 al 3 settembre, 47 progetti da tutto il mondo.

Sono 47 i progetti selezionati che saranno presentati alla quarta edizione del Venice Gap-Financing Market, in programma dall'1 al 3 settembre 2017. Il Venice Gap-Financing Market è organizzato nell’ambito del Venice Production Bridge, dedicato ai progetti in via di realizzazione, per venire incontro alle esigenze degli operatori che sempre più richiedono occasioni d’incontri finalizzati alla co-produzione. Il Venice Production Bridge (31 agosto – 5 settembre 2017) avrà luogo durante la 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (30 agosto – 9 settembre 2017), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. Il Venice Gap-Financing Market darà la possibilità ai progetti europei ed internazionali selezionati di assicurare il completo finanziamento dei loro progetti attraverso incontri one-to-one con professionisti potenziali e pertinenti. Tutti i professionisti invitati hanno potere decisionale. Il Venice Gap-Financing Market organizzerà incontri one-to-one tra i team (composti da produttore e regista) dei 47 progetti e i professionisti (produttori, finanziatori privati e pubblici, banche, distributori, venditori, televisioni, piattaforme web e video, istituzioni, società di post-produzione). 

25 progetti di film e documentari 

Film di finzione

17 progetti (8 europei e 9 non europei) di film di finzione provenienti da tutto il mondo che necessitano di completare il pacchetto finanziario con quote minoritarie di co-produzione,  avendo almeno il 70% dei finanziamenti già assicurati.
 

Progetti europei

All the Pretty Little Horses di Michalis Konstantatos (Grecia, Germania, Olanda), Horsefly Productions

Bodyguard of Lies di Charles Matthau (Spagna, Stati Uniti), Babieka Films

Brighton 4 di Levan Koguashvili (Georgia, Bulgaria, Grecia), Kino Iberica

Cook, Fuck, Kill di Mira Fornay (Repubblica Ceca, Slovacchia), Cineart TV Prague

Delphine D. di Lara Fremder (Italia), Falest Film

The Dream Girl di  Maurizio Braucci (Italia, Irlanda, Belgio, Gran Bretagna), Mir Cinematografica

The Guest di Duccio Chiarini (Italia, Svizzera, Francia), Mood Film

The Veins of the World di Byambasuren Davaa (Germania, Mongolia), Basis Berlin Film Produktion

 

Progetti non europei

Fig Tree di Alamork Marsha Davidian (Israele, Germania, Francia), Black Sheep Film Production

Inzomnia di Luis Tellez Ibarra (Messico), Inzomnia Animación

Irene di Celina Murga (Argentina), Tresmilmundos Cine & Cepa Audiovisual

Rafiki di Wanuri Kahiu (Sudafrica, Germania, Francia, Olanda, Libano, Norvegia, Kenya), Big World Cinema

Road Kill di Yuichi Hibi (Stati Uniti), DViant Films

Shan Shui di Xiao Yong (Cina), Way Good Entertainment

The Day I Lost My Shadow di Soudade Kaadan (Siria, Francia), KAF Productions

The Reports on Sarah and Saleem di Muayad Alayan (Palestina, Olanda, Germania, Messico), PalCine Productions

The Science of Fictions di Yosep Anggi Noen (Indonesia), Angka Fortuna Sinema

 

Documentari

8 progetti (7 europei e 1 non europeo) di documentari narrativi o di creazione (secondo le medesime condizioni dei film di finzione)

 

Progetti europei

Cassandro, the Exotico di Marie Losier (Francia, Guatemala), Tamara Films

Mitra di Jorge Leòn (Belgio, Francia), Thank You and Good Night Productions

Story of B , the Disappearance of My Mother di Beniamino Barrese (Italia), Nanof

The Hidden City di Victor Moreno (Spagna, Francia), El Viaje Producciones

The Village di Claire Simon (Francia), Petit à Petit Production

What Walaa Wants di Christy Garland (Danimarca, Canada), Final Cut for Real

When the War Comes di Jan Gebert (Repubblica Ceca), Pink Productions

 

Progetti non europei

Bisbee ‘17 di Robert Greene (Stati Uniti), 4th Row Films 

15 progetti di realtà virtuale & interactive, serie web e tv

Progetti di Realtà Virtuale & Interactive

10 progetti di Realtà Virtuale (7 europei e 3 non europei), compresi progetti di film finzione, documentari, film d'animazione e altre esperienze di istallazione interattiva. I progetti sono sia concetti originali sia adattamenti. Tutti i progetti hanno assicurato il 30% del proprio budget e questo finanziamento è garantito.

 

7 Lives di Jan Kounen (Francia),  Red Corner

Amrita di Rithy Panh (Francia, Cambogia, Olanda, Germania), CDP

Bloody Sunday di Andrius Lekavicius (Lituania), Gluk Media

Escape Vroom di Sean O’Reilly (Canada), Arcana Studios

Kinshasa Now di Marc-Henri Wajnberg (Belgio, Congo), Wajnbrosse Productions

Lights di Julien Mokrani (Francia), Okio-Studio

Melita part 2 di Nicolas Alcala (Stati Uniti), Future Lighthouse

Passenger di Romain Chassaing (Francia), Haut et Court

Tornado di Guy Shelmerdine (Stati Uniti), Dark Corner

Whitehats di Ricard Gras (Germania), Ricard Gras

 
Serie TV e Web

5 progetti (4 europei e 1 non europeo) di serie TV drammatiche di finzione, derivanti sia da concetti originali che da adattamenti (secondo le medesime condizioni dei progetti di Realtà Virtuale di cui sopra).

 

Father’s Day di Pavel Vesnakov (Bulgaria), Agitprop

The Red Virgin di Paula Ortiz (Spagna), Avalon

Narcoamerica di Danny Gavidia (Messico), Albricias Producción

Of a Different Nature di Mamdooh Afdile e Tone Andersen (Norvegia), Klar Film AS

Trauma di Miłosz Sakowski e Agnieszka Smoczyńska (Polonia), Telemark Sp. Z o.o.

 

7 progetti Biennale College - Virtual Reality

Biennale College Cinema - Virtual Reality

7 progetti sviluppati durante il primo workshop di Biennale College Cinema VR, alla sua prima edizione, e che si trovano in diverse fasi di sviluppo, pre-produzione e post-produzione.

 

A Day With Hope di E. del Mundo (Stati Uniti, Filippine), VRSmile

Ice Cave di Maja Friis (Danimarca), Makropol

My Girl Matryoshka di Nir Saar (Israele, Gran Bretagna), Independent

ON/OFF di Camille Duvelleroy (Francia), Bachibouzouk

Spomenik di Ivan Knezevic (Serbia), Black Box

The Little Black Pawn di Quentin de Cagny (Francia), French Touch Records

The Neighbour di Rudolf Romero Borgart (Olanda), Rots Filmwerk

Un’iniziativa su misura di questo tipo richiede una effettiva conoscenza dei produttori e dei partner già presenti in loco. Il Book of Projects, contenente informazioni dettagliate su ciascun progetto, sarà poi inviato via email ai professionisti accreditati, al fine di organizzare degli incontri one-to-one di 30 minuti con i produttori dei progetti selezionati.


Condividi su