fbpx Biennale Cinema 2022 | Kõne taevast (La chiamata dal cielo)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Kõne taevast (La chiamata dal cielo)

Fuori Concorso
Regia:
KIM Ki-duk
Produzione:
Estofilm (Tatjana Mühlbayer, Artur Veeber, Kim Ki-duk, Nargiza Mamatkulova)
Durata:
81’
Lingua:
Russo, Kirghis
Paesi:
Estonia, Lituania, Kirghizistan
Interpreti:
Zhanel Sergazina, Abylai Maratov
Sceneggiatura:
Kim Ki-duk
Fotografia:
Kim Ki-duk
Montaggio:
Audrius Juzėnas, Karolis Labutis
Musica:
Sven Grünberg
Suono:
Sangam Panta
Con il sostegno di:Eesti Kultuurkapital (Estonia), Avakademija (Lithuania) and Public Fund of culture “Altyn Anar” (Kyrgyzstan)

Sinossi

L’aspettativa dell’Amore si è insediata nel cuore di una giovane donna. I confini tra sogno e passione sono molto sfuggenti. La vita è piena di privazioni fisiche e, naturalmente, di piaceri sensuali: il significato profondo di tutto questo è l’Amore. Più profondo è il sentimento, più intense sono le emozioni. Ogni ragazza sogna di incontrare un giorno l’amore della sua vita. Un uomo che ha vissuto molte esperienze la aiuta a scoprire la dimensione della passione e dei sensi e la conduce alle ‘soglie del paradiso’, dove i due trionferanno. Si può solo immaginare quanti cuori siano stati spezzati lungo il cammino per diventare esperti della scienza dell’amore. Ma la passione acceca e presto l’uomo diventa schiavo del corpo sensuale della giovane donna. La consapevolezza della propria sensualità porta la ragazza a cercare di sottomettere l’oggetto del suo amore. Le emozioni portano dolore e sofferenza agli amanti, ma anche ai loro parenti e amici. Riuscirà la giovane eroina a soddisfare le aspettative dell’uomo che amava e a renderlo felice... a diventare la sola e unica? Chi la aiuterà a trovare la strada giusta? Forse la misteriosa voce al telefono? O basterà svegliarsi e capire che era solo un sogno, solo un sogno. Di questo parla l’ultimo film di Kim Ki-duk, girato nell’estate 2019 in Kirghizistan e portato a termine dagli amici e dai colleghi di Kim dopo la sua inaspettata scomparsa nel dicembre 2020.

Commento del regista

Che cos’è la vita? Cos’è la giovinezza? Che cos’è la vecchiaia? Tutti gli esseri umani invecchiano e alla fine muoiono. Più ci si avvicina alla morte, più gli esseri umani sentono la mancanza e ricordano la loro giovinezza. Mi manca la giovinezza dei miei vent’anni. Tuttavia, poiché ho commesso molti errori in gioventù, se potessi tornare indietro nel tempo, vorrei davvero agire bene. Ma la vita non può mai tornare indietro.

PRODUZIONE/DISTRIBUZIONE

PRODUZIONE 1: Tatjana Mühlbayer, Artur Veeber, Nargiza Mamatkulova – Estofilm
Kaarli pst. 11-6
10119 – Tallinn, Estonia
Tel. +372 55684239
Mob. +372 58141452
veeberartur@gmail.com

PRODUZIONE 2: Kim Ki-duk – Kim Ki-duk Films
20, Sandnae-ro 1-gil
Mapo-gu, Seoul, Republic of Korea

ALTRE COPRODUZIONI: Darius Vaitiekūnas – Audiovizualinių kūrinių autorių teisių asociacija AVAKA, Lithuania

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Alain Veeber – MTU Otaku
Kaarli pst. 11-6
10119 – Tallinn, Estonia
Tel. +372 58049487
alain.estofilm@gmail.com

UFFICIO STAMPA: Artur Veeber
Tel. +372 55684239
veeberartur@gmail.com


Condividi su

Share on FacebookShare on TwitterShare on LinkedINSend via WhatsApp
Biennale Cinema
Biennale Cinema