fbpx Biennale Cinema 2020 | Final Cut in Venice
La Biennale di Venezia

Your are here

Final Cut in Venice

77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

1. Data e luogo

Final Cut in Venice
Brochure 2020

L’ottava edizione del workshop Final Cut in Venice avrà luogo dal 7 al 9 settembre 2020 nell’ambito del Venice Production Bridge della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (Lido di Venezia, 2 - 12 settembre 2020).

2. Obiettivi

La Mostra intende dare un aiuto concreto al completamento dei film provenienti dall’Africa e da Giordania, Iraq, Libano, Palestina e Siria; dare un’opportunità ai loro produttori e registi di presentare i film in lavorazione a operatori e distributori internazionali con lo scopo di facilitarne la post-produzione, promuovere eventuali partnership di coproduzione e l’accesso al mercato.

3. Descrizione delle attività

3.1 Workshop
Il workshop consiste in tre giornate di lavoro in cui fino a 6 film selezionati (vedi artt. 5 e 6) in copia lavoro sono presentati a produttori, buyer, distributori e programmatori di festival cinematografici. Sono previsti momenti di networking, incontri e riunioni in cui i registi e produttori potranno confrontarsi con i partecipanti al workshop. Incontri individuali tra i team dei film selezionati e i professionisti saranno organizzati il 9 settembre 2020.

3.2 Proiezioni
Le giornate di lavoro prevedono la proiezione dei materiali dei film selezionati. Alle proiezioni saranno ammessi solo i professionisti con accredito Industry Gold eTrade: produttori, distributori, esercenti, buyer, programmatori di festival, rappresentanti delle istituzioni ed altri eventuali preventivamente invitati dalla Direzione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

4. Premi

Il workshop si concluderà con l'attribuzione di premi in kind oppure in cash, finalizzati al sostegno economico dei film nella fase di post produzione.
Per il quarto anno La Biennale di Venezia offrirà un premio del valore di € 5.000 al miglior film in post-produzione. Il Premio La Biennale di Venezia sarà attribuito da una giuria composta da tre membri nominati dal Direttore della Mostra, mentre gli altri premi saranno attribuiti a insindacabile giudizio del Direttore della Mostra, coadiuvato dai partner di progetto, dai responsabili delle istituzioni e dalle società di servizi che mettono a disposizione i premi assegnati:

- € 15.000 per color correction di un lungometraggio offerti da Laser Film (Roma) fino a 50 ore di lavoro (tecnico compreso);
- € 15.000 offerti da Mactari Mixing Auditorium (Parigi) per il missaggio sonoro di un lungometraggio (fino a 12 giorni di lavoro, tecnico del missaggio escluso);
- Per un lungometraggio fiction un MG di $10,000 o per un lungometraggio documentario un MG di $3,000 in marketing, pubblicità e distribuzione nel mondo arabo offerti da MAD Solutions per un progetto arabo (con l’eccezione dei progetti già a carico di MAD Solutions);
- Titra Film (Parigi) offrirà fino a € 5.000 per il color-grading; fino a € 3.000 per la produzione di un master DCP, creazione file i-Tunes, Google o Netflix; fino a € 2.000 per sottotitolaggio francese e inglese (traduzione non inclusa);
- fino a € 7.500 per la creazione di un master DCP con sottotitoli in italiano o in inglese, messi a disposizione da Sub-Ti Ltd (Londra);
- fino a € 7.500 per una versione accessibile ai disabili sensoriali, ovvero sottotitoli per i sordi e audio descrizione per i ciechi e ipovedenti inclusi gli audio sottotitoli in voice over, in italiano o in inglese (saranno forniti i sottotitoli e la traccia audiodescritta per l’inserimento in DCP), offerta da Sub-Ti Access Srl (Torino);
- € 5.000 per l’acquisizione dei diritti biennali di messa in onda da parte di Rai Cinema;
- $ 5.000 per un progetto arabo e l'invito a partecipare a CineGouna Platform offerti da El Gouna Film Festival;
- € 5.000 offerti da Organisation Internationale de la Francophonie (OIF) a un film africano o arabo di un paese membro di La Francophonie;
- Premio “Coup de cœur de la Cinémathèque Afrique”, offerto dalla Cinémathèque Afrique dell’Institut Français (Parigi). Il premio consiste nell’acquisizione dei diritti di diffusione non commerciale e non esclusiva per la durata di 7 anni per un valore tra i € 4.000 e i € 6.000 a seconda del genere, della durata del film e del numero dei territori disponibili;
- partecipazione ai costi di realizzazione di un DCP (€ 2.500), offerti dal Festival International du Film d’Amiens;
- partecipazione ai costi di realizzazione di un DCP (€ 2.500), offerti da Festival International de Films de Fribourg;
- uno dei progetti selezionati potrà beneficiare del label Eye on Films, che presenterà il film ai distributori e festival affiliati a EoF e che contribuirà alla pubblicizzazione del film per un valore di € 2.500 in occasione della prima mondiale in un festival di categoria A.

5. Condizioni di ammissione alla selezione

5.1 Criteri di eleggibilità dei film
Tutte le opere presentate devono essere in fase di post-produzione e realizzate esclusivamente da registi provenienti dai paesi di cui all'Art. 2. Si accettano solo lungometraggi fiction e lungometraggi documentari di creazione (durata minima prevista di ogni opera 60 minuti).
È preferibile l'invio di una copia lavoro completa del film. Nel caso il film sia ancora a un primo stadio di montaggio, si accetta anche l'invio di alcune sequenze montate (almeno un terzo della durata prevista del film) accompagnate da note d'intenzione del regista e trattamento del film.

5.2 Sottotitoli
Nel caso il film non sia parlato in italiano, francese o inglese, è necessario fornire una copia sottotitolata in una delle suddette lingue.

5.3 Iscrizioni successive
Ciascun film può partecipare solo a due edizioni di Final Cut in Venice e, per la seconda volta, solo nel caso sia presentata una copia lavoro ad uno stadio più avanzato rispetto alla prima e il film non abbia ottenuto un premio nella precedente edizione.

5.4 Iscrizione ad altre sezioni della Mostra
L'iscrizione al workshop Final Cut in Venice esclude l'iscrizione alle sezioni ufficiali della Mostra dello stesso anno. È invece possibile iscrivere il film nelle sezioni ufficiali della Mostra nell'anno successivo. A discrezione del Direttore della Mostra è altresì possibile che un film in post produzione, proposto alle sezioni ufficiali della Mostra e non selezionato, possa essere iscritto al workshop nello stesso anno.

6. Modalità di selezione

6.1 Responsabili della selezione
La selezione viene effettuata a insindacabile giudizio del Direttore della Mostra coadiuvato da uno staff di esperti.

6.2 Risultati della selezione
I risultati della selezione saranno comunicati ai film iscritti entro il 12 luglio 2020.

7. Modalità di iscrizione dei film

7.1 Materiali da inviare per la selezione
Per essere ammessi alla selezione, entro il 21 giugno 2020 è necessario:
a) compilare la scheda di pre-selezione per Final Cut in Venice, con cui si accetta il presente regolamento;
b) inviare un link con password (valido almeno fino al 12 luglio 2020) per la visione online a finalcut@labiennale.org, o due copie del film (formati accettati: DVD, Blu-ray) al seguente indirizzo:

La Biennale di Venezia - Settore Cinema
FINAL CUT IN VENICE
77. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA
Palazzo del Cinema, Lungomare Marconi, 30126 Lido di Venezia
Tel. +39 041 5218878 / Fax +39 041 5218854

7.2 Materiali informativi sull'opera
Si sollecita l'invio di materiali informativi sull'opera iscritta, esclusivamente in formato elettronico, all'indirizzo: finalcut@labiennale.org.

7.3 Restituzione opere inviate
La Mostra non è tenuta a restituire le opere inviate per la selezione.

8. Opere invitate

8.1 Scheda di partecipazione
I film invitati ricevono una scheda di partecipazione da restituire debitamente compilata entro il 21 luglio 2020. La ricezione della scheda da parte della Mostra sottintende l'accettazione legale dell'invito da parte di tutti i destinatari, accettazione che viene considerata definitiva e irrevocabile. L'invito del film deve rimanere assolutamente confidenziale fino all'annuncio del programma da parte della Mostra, pena l'esclusione dalla selezione.

8.2 Copie e materiali
I titolari dei film invitati devono inviare entro e non oltre il 17 luglio 2020 tutto il materiale informativo necessario per il catalogo e per il Venice Production Bridge VPB (sinossi, nota d'intenzione, cast artistico e tecnico, biografia e filmografia completa del regista, fotografie del regista e di attori e scene del film in b/n e a colori). Il materiale potrà essere inviato via mail a finalcut@labiennale.org e dovrà riportare l'indicazione "Materiale per VPB".

9. Opere selezionate / Logo

I film selezionati e vincitori di uno o più premi del workshop dovranno riportare obbligatoriamente il logo della Mostra e la frase "Con il sostegno del workshop Final Cut in Venice" nei titoli di testa del film (se nei titoli di testa compaiono altri partner del film), nel blocco loghi del manifesto e su tutto il materiale promozionale del film. Anche nei titoli di coda del film dovranno obbligatoriamente essere riportati il logo della Mostra con la frase "Con il sostegno del workshop Final Cut in Venice" in primo piano e in secondo piano, più piccoli, i loghi dei partner che hanno assegnato i premi. Il film che viene insignito del Premio La Biennale di Venezia accanto al logo della Mostra dovrà riportare anche il nome del premio ricevuto “La Biennale Prize Final Cut in Venice 2020”. I film selezionati a Final Cut in Venice e non premiati dovranno riportare sui titoli di coda il logo della Mostra con la frase “Il film ha partecipato al workshop Final Cut in Venice”.

10. Norme di carattere generale

La partecipazione al workshop Final Cut in Venice comporta il rispetto del presente Regolamento. È responsabilità di produttori, distributori o altri soggetti che presentano il film garantire di essere legittimamente autorizzati a iscrivere il film.

Il Direttore della Mostra ha il diritto di dirimere tutti i casi non previsti dal presente Regolamento, nonché di derogare al Regolamento stesso in casi particolari e ben motivati. Per ogni eventuale contestazione sull'interpretazione dei singoli articoli del Regolamento fa fede il testo originale redatto in lingua italiana.

Biennale Cinema
Biennale Cinema