fbpx Biennale Danza 2021 | Rone & (La)Horde - Room with a View
La Biennale di Venezia

Your are here

Danza

Rone & (La)Horde - Room with a View


Anno / durata:2020, 70’ (prima italiana)
Ideazione artistica:RONE & (LA)HORDE – Marine Brutti, Jonathan Debrouwer, Arthur Harel
Musica:RONE
Regia e coreografia:(LA)HORDE - Marine Brutti, Jonathan Debrouwer, Arthur Harel
Con i danzatori di:Ballet National de Marseille: Sarah Abicht, Daniel Alwell, Mathieu Aribot, Malgorzata Czajowska, Myrto Georgiadi, Vito Giotta, Shirwann Jeammes, Nonoka Kato, Yoshiko Kinoshita, Angel Martinez Hernandez, Tomer Pistiner, Aya Sato, Dovydas Strimaitis, Elena Valls Garcia, Nahimana Vandenbussche
Assistente artistico:Julien Ticot
Scenografia:Julien Peissel
Assistente alla scenografia:Elena Lebrun
Consulente tecnico per la scenografia:Sébastien Mathé
Disegno luci:Eric Wurtz
Assistente alle luci:Mathieu Cabanes
Ingegnere del suono:Vincent Philippart
Assistente produzione del suono:César Urbina
Stilista costumi:Salomé Poloudenny
Costumi:Nicole Murru
Acconciature:Charlie Le Mindu
Preparazione fisica:Waskar Coello Chavez
Prove:Thierry Hauswald, Valentina Pace
Direttore di palco:Rémi D’Apolito
Artist management (Rone):Didier De Raeck
Commissionato da:Théâtre du Châtelet
In accordo con:Décibels Production & Infiné
Coproduzione:Théâtre du Châtelet, Ballet National de Marseille, Grand Théâtre de Provence
Nota:il CCN Ballet national de Marseille – direzione (La)Horde riceve il supporto di DRAC PACA, Ministère de la Culture, Ville de Marseille, BNP Paribas Foundation

Descrizione

Con pochi album RONE si è assicurato un posto come uno dei più influenti produttori francesi del momento, mettendo un pizzico della sua anima nella musica elettronica. Nel 2020 ha aggiunto un’altra dimensione alla sua carriera con la creazione dello spettacolo Room With A View e il suo quinto album omonimo. Invitato dal Théâtre du Châtelet che gli ha dato carta bianca, ha voluto lavorare con (LA)HORDE e con i danzatori del Ballet national de Marseille. In una cava di marmo le macchine sono in azione per tagliare e lucidare la roccia. In questo luogo ultraterreno e dietro alle sue macchine, RONE scolpisce ampi paesaggi elettronici e motori che offre a un gruppo di danzatori. Se gli scultori lavoravano con il marmo perché “l’immagine è dentro basta soltanto spogliarla” (Michelangelo), i performer danzano per sfuggire alla candida immobilità delle pietre, alzandosi per scrutare i contorni infinitamente umani del disastro imminente e prevedendo la possibilità stessa della sua bellezza. Con la danza, (LA)HORDE esplora forme di protesta e ribellione. Room With A View è una pagina bianca, uno spazio concepito come un white cube naturalista in cui si possono inserire suoni, corpi e immagini per riflettere sul posto in continuo mutamento che spetta all’umanità. Per RONE è l’occasione per un nuovo album, una performance unica in cui risuona lo stridore delle sue macchine, invitandoci a staccarci e a tracciare linee che svaniscono verso canzoni che esistono ben oltre il genere umano.


Condividi su

Biennale Danza
Biennale Danza