fbpx Biennale Cinema 2018 | Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Isis, Tomorrow. The Lost Souls of Mosul

Fuori Concorso

Regia:
Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi
Produzione:
FremantleMedia Italia (Gabriele Immirzi), Rai Cinema, CALA Filmproduktion (Martina Haubrich), Wildside (Lorenzo Gangarossa)
Durata:
80’
Lingua:
arabo iracheno
Paesi:
Italia, Germania
Sceneggiatura:
Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi
Fotografia:
Alessio Romenzi, Francesca Mannocchi
Montaggio:
Emanuele Svezia, Sara Zavarise
Musica:
Andrea Ciccarelli
Suono:
Stefano Bari (D-Color)

Sinossi

Nelle guerre non è raro che i vinti sotterrino le armi prima di ritirarsi, che nascondano arsenali in attesa di tempi migliori. Le armi che l’Isis ha lasciato in eredità per il futuro sono centinaia di migliaia di bambini educati alla violenza e al martirio. Per l’Isis i bambini sono l’arma più efficace per portare nel futuro l’idea di un Califfato universale: creare un mondo diviso a metà, da un lato i jihadisti e dall’altro lato gli infedeli da sterminare. Solo a Mosul, nei tre anni di occupazione dello Stato Islamico, hanno vissuto 500.000 minori. Isis, Tomorrow ripercorre i mesi di guerra attraverso le voci dei figli dei miliziani addestrati a diventare kamikaze, ma anche delle loro vittime e di chi li ha combattuti. Oggi i figli dei combattenti sono bambini che portano sulle spalle il peso di essere stati educati a uccidere i propri vicini e far sopravvivere l’ideologia per farla rinascere dalle ceneri dei padri. Isis, Tomorrow segue i destini delle famiglie sopravvissute dei combattenti nella complessità del dopoguerra in cui il sangue della battaglia lascia spazio alle vendette e alle ritorsioni quotidiane, alla violenza come sola risposta alla violenza.

Commento dei registi

L’Isis ha perso Mosul. Ma è davvero sconfitto? O la vera guerra – per chi la vive e per chi sopravvive – inizia il giorno dopo la proclamata vittoria? Questo film nasce dalle domande che si sono fatte più insistenti durante i mesi di guerra a Mosul e che ci hanno accompagnato nelle faticose fasi del dopoguerra: cosa è necessario fare per salvare le centinaia di migliaia di bambini cresciuti per tre anni sotto l’Isis? Come scongiurare la possibilità che questi bambini siano il terreno fertile del terrorismo di domani?

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Fremantlemedia Italia S.p.A.
Via Monte Zebio 24
00195 - Roma, Italy
Tel. 3906 372761
francesca.bettale@fremantlemedia.com

PRODUZIONE 2: Rai Cinema
Piazza Adriana 12
00193 - Roma, Italy
Tel. 39 06 684701
produzione@raicinema.it

PRODUZIONE 3: CALA Filmproduktion GmbH
Boxhagener Str 106
10245 - Berlin, Germany
Tel. 49.151.14070556
info@calafilm.de

PRODUZIONE 4: Wildside S.r.l.
Viale Mazzini 9
00195 - Roma, Italy
Tel. 39 06 94516900
info@wildside.it

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Cinephil - Philippa Kowarsky
Levontin Street 18
6511207 - Tel Aviv, Israel
Tel: +972 3 566 4129
philippa@cinephil.com
http://www.cinephil.com
https://www.facebook.com/CinephilDoc

DISTRIBUZIONE ITALIANA: ZaLab
Via Nino Bixio, 80/a presso Apollo 11
00185 - Roma
Tel 333.6127483

UFFICIO STAMPA: PUNTOeVIRGOLA
Via Natale del Grande 40
00153 - Roma, Italy
Tel. 390645763506
info@studiopuntoevirgola.com


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema