fbpx Biennale Cinema 2018 | A Tramway in Jerusalem
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

A Tramway in Jerusalem

Fuori Concorso

Regia:
Amos Gitai
Produzione:
Agav Films (Laurent Truchot), CDP (Catherine Dussart), Amos Gitai
Durata:
94’
Lingua:
ebraico, arabo, francese, italiano, yiddish, tedesco, ladino
Paesi:
Israele, Francia
Interpreti:
Noa Ahinoamam Nini, Mathieu Amalric, Hana Laslo, Yael Abecassis, Pippo Delbono, Yuval Scharf, Karen Mor, Lamis Amar, Mustafa Mazi
Sceneggiatura:
Amos Gitai, Marie-José Sanselme
Fotografia:
Eric Gautier
Montaggio:
Yuval Orr
Scenografia:
Maria Volfman, Yaron Ravid
Costumi:
Rona Doron
Musica:
Louis Sclavis, Alex Claude
Suono:
Stéphane Thiébaut, Alex Claude, Oded Ringel

Sinossi

A Tramway in Jerusalem è una sitcom che mescola storie e situazioni umane nel contesto della società israelo-palestinese del 2018. A Gerusalemme, il tram collega diversi quartieri, da est a ovest, registrandone varietà e differenze. Il film raccoglie un mosaico di esseri umani di questa città che è anche il centro spirituale delle tre grandi religioni monoteiste, ebraismo, cristianesimo e islam. Osserviamo la vita quotidiana di questo paesaggio umano, una serie di incontri che avvengono sulla linea rossa della tramvia, dai quartieri palestinesi di Shuafat e Beit Hanina di Gerusalemme est fino a Mount Herzl a Gerusalemme ovest. Questa commedia a tema ispeziona con humor situazioni brevi e momenti della vita quotidiana di alcuni passeggeri. Per noi – il cineasta, il visitatore durante il viaggio – la realtà umana di Gerusalemme è una giustapposizione di frammenti di vita, di conflitti e di riconciliazione che nel film si rendono visibili. Come se volessimo proiettare la vita quotidiana e la sua inerzia contro la demagogia che mira a distillare l’odio. Speriamo per il meglio.

Commento del regista

Il film è una metafora ottimista e ironica della città divisa di Gerusalemme in cui noi, israeliani, palestinesi e altri, cerchiamo di simulare la vita nel microcosmo della “scatola di sardine” di un tram, negli utopistici giorni futuri. Dopo i giorni attuali di conflitto e violenza, come potrà ognuno accettare l’esistenza dell’altro, le sue differenze e le dispute, SENZA UCCIDERE?

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: AGAV FILMS/CDP/United King
37 Rachi Street
63265 - Tel Aviv, Israel
Tel. 972544510295
agav@amosgitai.com

PRODUZIONE 2: CDP
25 rue Gambetta
92100 – Boulogne, France
Tel. +33 685259280
cdp@cdpproductions.fr

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Andrei Kamarowsky - Orange Studio
21 rue Jasmin
75016 – Paris, France
Tel. +33 144440603
andrei.kamarowsky@orange.com

UFFICIO STAMPA: Richard Lormand - FILM⎮PRESS⎮PLUS
www.FilmPressPlus.com
IntlPressIT@aol.com
Tel. +33-9-7044-9865


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema