fbpx Biennale Cinema 2018 | Anons (L’annuncio)
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Anons (L’annuncio)

Orizzonti

Regia:
Mahmut Fazil Coşkun
Produzione:
Filmotto Production (Halil Kardaş, Tarık Tufan), Chouchkov Brothers (Borislav Chouchkov), BKM
Durata:
95’
Lingua:
turco
Paesi:
Turchia, Bulgaria
Interpreti:
Ali Seçkiner Alici, Tarhan Karagöz, Murat Kiliç, Şencan Güleryüz
Sceneggiatura:
Ercan Kesal, Mahmut Fazıl Coşkun
Fotografia:
Krum Rodrigues
Montaggio:
Çiçek Kahraman
Scenografia:
Laszlo Rajk
Costumi:
Tuba Ataç
Musica:
Okan Kaya
Suono:
Boris Trayanov
Effetti visivi:
Vega İmaj, Mehmet Ekinci, Mustafa Aktürk

Sinossi

22 maggio 1963: insoddisfatti della situazione politica e sociale esistente in Turchia, un gruppo di ufficiali dell’esercito progettano un colpo di stato per rovesciare il governo di Ankara. Nel frattempo, a Istanbul, i loro complici hanno intrapreso la cruciale missione di occupare la stazione radio nazionale e di annunciare formalmente il golpe. Ma niente va secondo i piani. Di fronte a una serie di ostacoli, tra cui un improvviso temporale, l’assenza del tecnico della stazione radio, un tradimento, la mancanza di notizie da Ankara e la loro stessa inefficienza, i cospiratori dovranno fare del loro meglio per riuscire nell’impresa e proclamare il successo del golpe, sempre che questo sia andato a buon fine nella capitale. Basato su fatti reali raccontati nel corso di una sola notte, Anons è un pungente resoconto del complicato passato politico della Turchia; e del suo presente. Nel film la mordace satira politica si mescola alla sottile ironia, riuscendo, sempre con estrema serietà, a mettere in risalto tutta l’assurdità della vicenda.

Commento del regista

Anons è la storia del conflitto e dell’unione tra due diverse parti, soldati e civili, che leggono e interpretano il mondo e la vita da punti di vista contrastanti. Se, come si dice, “a est vince chi aspetta, a ovest vince chi agisce”, il lato più tragicomico e confuso di tale affermazione è da anni evidente in Turchia. Quando mi venne in mente l’idea di girare un film basato su questa vicenda, pensai che non avrei potuto trovare storia migliore per raccontare astrusità e contraddizioni, difficili da capire a una prima occhiata. Non ho mai voluto prendere posizione o giudicare gli avvenimenti, anche perché non sono uno storico. E nonostante la trama del film ricordi alcune vicende realmente accadute, ho voluto scrivere una mia storia e provare a vedere il passato senza essere condizionato da resoconti ufficiali o non ufficiali. Il mio scopo è narrare l’immenso potere dei movimenti di piazza e gli avvenimenti successivi alla dichiarazione di un colpo di stato, senza esserne né sostenitore né oppositore.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Filmotto Production
82, Kuloğlu Mahallesi, Sıraselviler Caddesi
34433 Istanbul - Turkey
Tel. +90 (0) 212 2524763
Mob. +90 532 2359806
halil@filmotto.com.tr
http://www.filmotto.com.tr

PRODUZIONE 2: Chouchkov Brothers
6, Shipka Street
1504, Sofia - Bulgaria
Tel. + 359 (0) 02 9463410
filmproduction@ch-bros.com
http://www.mywebsite.com

PRODUZIONE 3: BKM
Akat Mahallesi, Ebulula Mardin Caddesi, Maya Meridyen Plaza 16/12, Besiktas
34335 – İstanbul, Turkey
Tel. +902123521818
bkm@bkmonline.net

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Heretic Outreach
18, Promitheos street
15234, Athens - Greece
Tel. + 30 (0) 2106005260
ioanna@heretic.gr
http://heretic.gr/heretic-outreach/

UFFICIO STAMPA: Manlin Sterner - International Rescue
manlin@manlin.se
Tel. +33 663 763113


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema