fbpx Biennale Cinema 2018 | L’Enkas
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

L’Enkas

Orizzonti

Regia:
Sarah Marx
Produzione:
La Rumeur Filme (Hamé Bourokba, Ekoué Labitey), Les Films du Cercle (Dominique Lancelot, Sarah Marx)
Durata:
85’
Lingua:
francese
Paesi:
Francia
Interpreti:
Sandor Funtek, Sandrine Bonnaire, Virginie Acariès, Alexis Manenti
Sceneggiatura:
Sarah Marx, Ekoué Labitey, Hamé Bourokba
Fotografia:
Yoan Cart
Montaggio:
Karine Prido
Scenografia:
Alexis Segura
Musica:
Lucien Papalu
Suono:
Jean-Christophe Lion
Note:
Line producer: Antoni Gimel-Lecosse

Sinossi

Appena uscito di prigione, Ulysse ha un solo obiettivo: fare soldi. Davanti alla depressione della madre Gabrielle, alle bollette da pagare che continuano ad accumularsi e al desiderio di vivere la vita fino in fondo, escogita un piano. Insieme a David, il suo migliore amico, decide di andare di rave in rave con un food-truck, per vendere una miscela di acqua e ketamina. E allora si mettono in viaggio...

Commento della regista

L’EnKas è nato con la collaborazione degli artisti Hamé e Ekoué, fondatori di La Rumeur, innovativo gruppo rap francese creato vent’anni fa. La loro società di produzione ha come scopo quello di reinterpretare il cinema “socialmente impegnato”, dando voce alle persone comuni che, pur non essendo veri criminali, sono state costrette a intraprendere strade illegali. Insieme, abbiamo cercato di intrecciare un tessuto realistico e complesso di legami sociali e familiari, denso di malinconia, incertezza, colpi bassi e soldi facili. Abbiamo provato a capire i sogni infranti di Ulysse e di David, le loro ambizioni fallite, l’ingenua convinzione che un giorno sarebbero riusciti a sfuggire alle esistenze in cui erano nati. Dopo aver visitato il reparto psichiatrico di un ospedale, abbiamo capito che il personaggio di Gabrielle non soffriva semplicemente della sua malattia, ma combatteva una violenta guerra interiore contro se stessa. Ulysse deve affrontare la malattia della madre e coprire le spese mediche: il food-truck gli dà l’illusione di un cambiamento, ma L’EnKas è proprio la storia del crollo di questa illusione. A poco a poco, Ulysse vede il suo progetto andare in frantumi. Eppure cercherà di mantenerlo in vita per continuare a respirare, fino alla fine. L’EnKas non è un film in cui il bene è in lotta contro il male, né un film moralistico. A me interessa la gente semplice, che cade, si fa male, si rialza, ha le proprie contraddizioni e le proprie ragioni.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: La Rumeur Filme
38 rue Caulaincourt
75018 – Paris, France
larumeurprod@gmail.com
Tel. + 33 (0) 660048372

PRODUZIONE 2: Les Films du Cercle
20 boulevard Sébastopol
75004 – Paris, France
dolancelot@gmail.com
sarah.boxon@gmail.com
Tel. +33 (0) 623922476

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE:
Orange Studio
21 rue Jasmin
75016 – Paris, France
ines.papo@orange.com
Tel. + 33 (0) 157361111

Versatile
65 rue de Dunkerque
75009 – Paris, France
sales@versatile-films.com
Tel. +33 (0) 176216168

UFFICIO STAMPA: THE PR FACTORY
www.theprfactory.com
Barbara Van Lombeek
barbara@theprfactory.com / + 32 486 54 64 80
Marie-France Dupagne
mariefrance@theprfactory.com / +32 477 62 67 70
Julie Vanderhaeghen
julie@theprfactory.com / +32 473 37 38 07


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema