fbpx Biennale Cinema 2019 | The New Pope
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

The New Pope

Fuori Concorso

Regia:
Paolo Sorrentino
Produzione:
Wildside (Lorenzo Mieli, Mario Gianani), Haut et Court TV (Carole Scotta, Caroline Benjo, Simon Arnal), The Mediapro Studio (Jaume Roures, Javier Mendez Zori), Sky Italia
Durata:
120’
Lingua:
inglese, italiano
Paesi:
Italia, Francia, Spagna
Interpreti:
Jude Law, John Malkovich, Silvio Orlando, Cécile de France, Javier Cámara, Ludivine Sagnier
Sceneggiatura:
Paolo Sorrentino, Umberto Contarello, Stefano Bises
Fotografia:
Luca Bigazzi
Montaggio:
Cristiano Travaglioli
Scenografia:
Ludovica Ferrario
Costumi:
Carlo Poggioli, Luca Canfora
Musica:
Lele Marchitelli
Suono:
Emanuele Cecere
Effetti visivi:
DNEG
Note:
Episodi 2 e 7

Sinossi

Pio XIII è in coma. E dopo una parentesi imprevedibile quanto misteriosa, Voiello riesce a far salire al soglio pontificio Sir John Brannox, un aristocratico inglese moderato, affascinante e sofisticato, che prende il nome di Giovanni Paolo III. Il nuovo papa sembra perfetto, ma cela fragilità e segreti. Capisce subito, inoltre, che sarà difficile prendere il posto del suo carismatico e illustre predecessore, mentre in Vaticano, Voiello fatica a gestire una Chiesa aggredita da scandali – che rischiano di travolgere in modo irreversibile le alte gerarchie – ma anche da minacce esterne. Sofia ed Esther si rivelano molto diverse da quello che appaiono e il cardinal Gutierrez continua a combattere contro le sue contraddizioni. Alcuni fedeli, poi, cominciano a idolatrare Pio XIII che, dal suo letto di ospedale, inizia a lanciare strani messaggi. Fino a quando...

Commento del regista

The New Pope esplora l’ambizione di due grandi papi: essere dimenticati. Veri servi di Dio, hanno bisogno di sbiadire, per lasciar fiorire e brillare il nitore della fede e della pace. L’utopia della purezza. Questa è l’essenza della loro maestosa religiosità. L’ambizione del loro cammino. Questi due uomini si chiamano John Brannox e Lenny Belardo.
Ma la lunga via per essere dimenticati è costellata dagli ostacoli terreni dell’umano sentire: le derive fondamentaliste, le tentazioni mondane, il richiamo della vanità, le pietose vocazioni affaristiche, la schiavitù delle paure e dei vizi, gli intralci sentimentali che smerigliano il grande piano. Ce la faranno i nostri due papi a realizzare questo anacronistico, arcano progetto?
Perché essere dimenticati può essere una salvezza.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Lorenzo Mieli, Mario Gianani – Wildside SRL
Viale G. Mazzini 9
00195 – Roma, Italy
Tel. 0694516900
info@wildside.it

PRODUZIONE 2: Carole Scotta, Caroline Benjo, Simon Arnal - HAUT ET COURT TV
38, rue des Martyrs
75009 – Paris, France
Tel. + 33 1 55 31 27 27
info@hautetcourt.com
http://www.hautetcourt.com

PRODUZIONE 3: Jaume Roures, Javier Mendez Zori – The Mediapro Studio
Ctra. Fuencarral a Alcobendas, 24
28049 – Madrid, Spain
Tel. +34 915127800
info@mediapro.tv
http://www.themediaprostudio.com

PRODUZIONE 4: Sonia Rovai – Sky Italia
Via Monte Penice7
20138 – Milano, Italy
Tel.+39 02308016453
sonia.rovai@skytv.it

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Jens Richter – FREMANTLE
1 Stephen Street
W1T 1AL – London, United Kingdom
Tel. +44 2076916000
info@fremantle.com
http://www.fremantle.co.uk

DISTRIBUZIONE ITALIANA: Sonia Rovai – Sky Italia
Via Monte Penice7
20138 – Milano, Italy
Tel.+39 02308016453
sonia.rovai@skytv.it

UFFICIO STAMPA ITALIA: Isabella Ferilli
Isabella.ferilli@skytv.it

UFFICIO STAMPA: Matthew Sanders
matthew@matthewsanders.org.uk


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema