fbpx Biennale Cinema 2020 | Great Hoax: The Moon Landing
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Great Hoax: The Moon Landing

Venice VR Expanded

Regia:
John Hsu, Marco Lococo
Produzione:
Serendipity (Adam Cullen Young, Estela Valdivieso Chen), 3dar (German Heller)
Durata:
17’
Lingua:
Inglese
Paesi:
Taiwan, Argentina
Interpreti:
Paul Batt
Sceneggiatura:
John Hsu
Montaggio:
3dar
Musica:
Owen Wang
Suono:
Across Studio
PLATFORM:HTC Viveport
HEADSET:VIVE - VIVE PRO – Vive Cosmos – Rift - RiftS - Valve Index – MixedReality

sinossi

Nel 1969, l’Apollo 11 atterrò sulla luna. Nonostante le teorie del complotto sorte intorno a quest’evento, gli USA dimostrarono al mondo quali traguardi poteva raggiungere una nazione potente. Cinquant’anni dopo, gli abitanti di Taiwan arrancano tra fluttuazioni economiche e crisi d’identità, sperando che arrivi qualcosa o qualcuno a salvare la situazione. Questa speranza è il motivo per cui lo spettatore viene assunto per diventare un eroe nazionale: il primo taiwanese ad atterrare sulla luna. Tuttavia, viaggiare nello spazio è estremamente costoso, quindi, poiché non ci sono fondi per l’esplorazione spaziale, è necessario girare un falso allunaggio, proprio come nella famosa teoria del complotto lunare di Kubrik.

COMMENTO DEI REGISTI

Volevo girare una satira politica interattiva sul governo taiwanese che simula il nostro allunaggio, mostrando al mondo che anche noi possiamo essere “grandi”. Voi, il pubblico, diventerete “il primo astronauta taiwanese ad atterrare sulla luna”. Se non siamo in grado di risolvere i problemi concreti sulla terra, possiamo sempre stupire tutti con uno show spettacolare.

PRODUZIONE/DISTRIBUZIONE

PRODUZIONE 1: Adam Cullen Young, Estela Valdivieso Chen – Serendipity
5f-3 #184, TingZhou road
10091 – Taipei City, Taiwan
Tel. +886 972282353
adamcyoung@sfilms.com.tw
contact@sfilms.com.tw

PRODUZIONE 2: German Heller – 3DAR
Gorriti 6046, of 701
1414 – Buenos Aires, Argentina
Tel. +54 1152461882
info@3dar.com
http://www.3dar.com


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema