fbpx Biennale Cinema 2021 | Genesis
La Biennale di Venezia

Your are here

Cinema

Genesis

Venice VR Expanded

Regia:
Jörg Courtial
Produzione:
Faber Courtial (Maria Courtial), Magenta Virtual Reality
Durata:
13’
Lingua:
Tedesco, inglese
Paesi:
Germania
Sceneggiatura:
Kai Michel
Fotografia:
Jörg Courtial
Suono:
Stefan Lupp
Platform:
Oculus & Viveport
Devices:
HTC Vive/Vive Pro/Pro 2 Oculus Rift/Rift S/Quest w/link Oculus Quest 1/Quest 2 Valve Index
Technical director:Felix Faul
Senior 3D artists:Wolf Knittig, Nils Rosenow, Daniel Hirschnitz, Jennifer Cox, Philipp Clermont, Alessandro Mastronardi (Australopithecus)
Graphic Earth timer:Sven Wölk
Speaker:Manon Kahle

Sinossi

Genesis intraprende un viaggio di ventiquattr’ore emotivamente intenso per farci vivere le drammatiche tappe dell’evoluzione della Terra e dell’umanità da una prospettiva inedita. Caos, rinascita e catastrofi contraddistinguono la storia della Terra, tuttavia il genere umano continua a esistere. 4,7 miliardi di anni di evoluzione condensati in una scoperta lunga un giorno: siamo figli della buona sorte galattica, nati nell’ultimo secondo dell’eternità. In veste di viaggiatori nel tempo ci immergiamo all’interno di dimensioni ignote, apparentemente irreali, mistiche e spaventose, tuttavia costellate di paesaggi mozzafiato e creature realmente esistite in passato. Vediamo il giovane, luminoso pianeta Terra circondato da detriti cosmici sorvolare infiniti oceani di tenebra e muoversi all’interno di un magico mondo sommerso. Dall’acqua emerge una terra incantata: una preistorica giungla paradisiaca con insetti giganteschi, a cui subentra l’estinzione di massa fino a quando ha inizio un nuovo ciclo che ci vede circondati da incredibili dinosauri che conquistano la Terra prima di essere a loro volta destinati all’estinzione. Infine, ci troviamo faccia a faccia con i nostri antenati e intravediamo le loro conquiste e la nostra eredità. Ciò che resta è un’intensa impressione della Terra e dell’insormontabile forza e fragilità della vita.

Commento del regista

Il cammino dell’evoluzione condensato nelle ventiquattro ore è un tema noto, tuttavia mi attirava l’idea di proporre una nuova, intensa prospettiva sulla dimensione inimmaginabile del tempo, il folle laboratorio della vita e la buona sorte galattica dell’umanità. Per un periodo infinito non accadde “nulla”. La gravità era il fulcro e la vita passiva e casuale. Poi accade qualcosa di strano: emerge un essere attivo che sviluppa una coscienza e una serie di strategie intese a sfidare le leggi della natura. Guarda il cielo, inizia a desiderare, sognare e immaginare. La mente si apre per creare l’arte, la religione: un intero nuovo universo, un mondo astratto, attraverso la pura percezione. Ci immergiamo nelle origini della vita e ci troviamo faccia a faccia con i nostri antenati per acquisire la dolorosa consapevolezza della vera natura del nostro essere.

Produzione/Distribuzione

PRODUZIONE 1: Maria Courtial – Faber Courtial
Rheinstrasse 99
64295, Darmstadt, Germany
Tel. +49 61515992610
Mob. +49 1709336169
mc@faber-courtial.de
http://www.faber-courtial.de

DISTRIBUZIONE INTERNAZIONALE: Maria Courtial – Faber Courtial
Rheinstrasse 99
64295, Darmstadt, Germany
Tel. +49 61515992610
Mob. +49 1709336169
mc@faber-courtial.de
http://www.faber-courtial.de

UFFICIO STAMPA: Maria Schneider da Silva - Faber Courtial
Rheinstrasse 99
64295, Darmstadt, Germany
Tel. +49 61515992617
Mob. +49 1743047770
ms@faber-courtial.de


Condividi su

Biennale Cinema
Biennale Cinema