fbpx Biennale Danza 2021 | Pam Tanowitz / Simone Dinnerstein - New Work for Goldberg Variations
La Biennale di Venezia

Your are here

Danza

Pam Tanowitz / Simone Dinnerstein - New Work for Goldberg Variations


Anno / durata:2017, 75’ (prima europea)
Ideazione:Simone Dinnerstein, Pam Tanowitz
Coreografia:Pam Tanowitz
Musica:Johann Sebastian Bach, “Variazioni Goldberg” (BWV 988)
Eseguita dal vivo da:Simone Dinnerstein, pianoforte
Design luci e visual:Davison Scandrett
Costumi:Reid Bartelme & Harriet Jung
Direzione prove e artista associato:Melissa Toogood
Produttore creativo:Jason Collins
Performers:Maggie Cloud, Jason Collins, Christine Flores, Lindsey Jones, Victor Lozano, Maile Okamura, Melissa Toogood, Netta Yerushalmy
Commissionato da:Duke Performances at Duke University & PEAK Performances at Montclair State University
Co-commissionato da:Opening Nights Performing Arts at Florida State University & Summer Stages Dance at the Institute of Contemporary Art (Boston)
Supporto allo sviluppo creativo:Maggie Allesee National Center for Choreography (MANCC) at Florida State University, The Yard at Martha’s Vineyard, The Center for Ballet and the Arts at NYU & New York City Center
Nota:“New Work for Goldberg Variations” è stato reso possibile dal New England Foundation for the Arts’ National Dance Project, con finanziamenti principali da Doris Duke Charitable Foundation & The Andrew W. Mellon Foundation e il supporto di Mary Duke Biddle Foundation
Nota:Il supporto operativo generale per Pam Tanowitz Dance è stato reso possibile da New England Foundation for the Arts’ National Dance Project con finanziamenti da Doris Duke Charitable Foundation
Nota:Questo spettacolo è stato reso possibile in parte da Doris Duke Artist Awards programme
Nota:Pam Tanowitz Dance è rappresentata da Matthew Bledsoe at IMG Artists
Nota:Tutte le attività di Pam Tanowitz Dance sono supportate in parte dal sodalizio coreografico con Fisher Center at Bard, attraverso il supporto di Jay Franke & David Herro
Nota:Sponsorizzazione economica è fornita da Foundation for Independent Artists, Inc., un’organizzazione non profit amministrata da Pentacle (DanceWorks, Inc.). Pentacle è un’organizzazione non profit che sostiene le arti performative

Descrizione

Decostruendo i vocabolari del movimento classico, formale e tradizionale, New Work for Goldberg Variations rispecchia e dialoga con la partitura iconica di Bach in un delizioso gioco di ritmo, stile e idiosincrasia, alternando gesti codificati e danze virtuosistiche e dimostrando il ricco mondo emotivo che giace sotto la superficie equilibrata dell’architettura musicale delle Goldberg. Questa monumentale collaborazione tra la pianista Simone Dinnerstein e la coreografa Pam Tanowitz, però, non sarebbe stata possibile senza correre dei rischi artistici. Inizialmente, entrambe avevano espresso titubanza nel creare una nuova produzione su larga scala, ricorrendo a un’opera storica come le Variazioni Goldberg, consce che altri artisti l’avevano affrontata con grande successo, in particolare nel balletto cardine di Jerome Robbins e nella celebre registrazione di Glenn Gould. Alla fine, tuttavia, sia Tanowitz che Dinnerstein hanno convenuto che spingere contro la storia e lasciare spazio a nuove interpretazioni fa parte del processo creativo e qualunque esitazione nel lavorare sulle Goldberg era proprio il motivo per cui il progetto doveva andare avanti. La Tanowitz ha ricordato le parole di una delle sue icone, Merce Cunningham: “L’unico modo per fare una cosa è farla e basta”. Così è nato New Work for Goldberg Variations e, dalla prima nel 2017, il lavoro continua a crescere ed evolversi, ricevendo il plauso della critica e diventando la performance più eseguita da Tanowitz e dalla sua compagnia fino a oggi.


Condividi su

Biennale Danza
Biennale Danza