fbpx Biennale Musica 2019 | Matteo Franceschini - Songbook
La Biennale di Venezia

Your are here

Musica

Matteo Franceschini - Songbook



Matteo Franceschini
Cerimonia di consegna del Leone d’Argento

a seguire:

Icarus Ensemble / Cantus Ensemble
Tovel (aka Matteo Franceschini)
(1979) Songbook per quartetto rock, ensemble amplificato ed elettronica (2019, 60’) prima es. ass. – commissione La Biennale di Venezia

chitarra acustica, tiorba, chitarra elettrica Bruno Helstroffer
pianoforte e tastiere Antonino Siringo
live electronics e basso elettrico Tovel (aka Matteo Franceschini)
batteria e percussioni Stefano Pisetta

flauto, flauto contralto, ottavino Giovanni Mareggini
oboe, corno inglese Orfeo Manfredi
clarinetto in si bemolle, clarinetto in mi bemolle maggiore, clarinetto basso Mirco Ghirardini
tromba Fabio Codeluppi
trombone Cristiano Boschesi

violino I Eleonora Hil
violino II Joško Stojanov
viola Marta Balenović
violoncello Adam Chelfi

direttore Francesco Bossaglia

ingegnere del suono Roberto Mandia
luci Mariano De Tassis

produzione La Biennale di Venezia, Fondazione I Teatri Reggio Emilia
in collaborazione con Comune di Venezia / Cultura Venezia / Teatro Toniolo

Biglietto studenti universitari € 5 acquistabile presso le biglietterie su esibizione di documento giustificativo.

Descrizione

Esistono nella musica d’oggi accostamenti strumentali impensabili che cortocircuitano ambiti tradizionalmente diversi, come in Songbook, che unisce un quartetto rock, un ensemble classico amplificato e il live electronics, progetto firmato dal suo autore-performer Matteo Franceschini, premiato con il Leone d’Argento, e realizzato incrociando gli interpreti dell’Icarus Ensemble e del Cantus Ensemble di Zagabria.

“In Songbook accosto un quartetto rock a un ensemble di musica contemporanea, giocando sulle frontiere del linguaggio, interrogandomi sul rapporto tra i due ‘gruppi’, sui loro limiti, sulle reciproche influenze. Una delle principali finalità del progetto è unire la complessità, profondità e ricchezza della scrittura contemporanea (la pagina ‘scritta’) con l’energia ‘illimitata’, l’impatto visionario e la ricerca costante di nuove sonorità proprie di un electro-rock live set. Il progetto assumerà i tratti del live di un ipotetico concept-album, la cui creazione mi permetterà una riflessione personale attorno al modello ‘storico’ di forma canzone, con l’intento di trovarne le strutture più profonde indagandone alcuni archetipi gestuali e percettivi. La scrittura non esibisce mai in maniera compiaciuta il materiale ‘aulico’, non ibriderà i registri. Proverà a farli coesistere, attraverso un principio dinamico di osservazione e deformazione, orientato a esplorare nuovi orizzonti sonori (...)”. (Matteo Franceschini)

Teatro Toniolo

Piazzetta Cesare Battisti, 1
30174 Venezia Mestre

Scopri la sede

Vedi su Google Maps

Condividi su

Biennale Musica
Biennale Musica